“20 Paesaggi Secchi”. Le sculture di Nora De Cicco

Dal 13 febbraio e fino al 13 marzo, Nora De Cicco e l’azienda Salvatori presentano nella showroom di via Solferino 11 a Milano, l’esposizione “20 Paesaggi Secchi”.
La mostra racchiude le sculture di marmo realizzate dall’architetto De Cicco che si ispirano al giardino dei monasteri buddisti: paesaggi artefatti, costruiti di pietre e di sabbia.
“La mia ricerca è semplicità, descrizione di un microcosmo stabile. La scelta del residuo ideale che compone il paesaggio è meticolosa e sofferta. Il processo creativo è il risultato di una cultura umanistica, che dialoga con studi di metrica della poesia orientale e memorie di luoghi. Il tema ricorrente è la dimora intesa come ricovero, rifugio” spiga l’architetto, aggiungendo: “I Paesaggi Secchi non sono prodotti ma quinte ed orizzonti delle nostre storie”.
La ricerca espressiva segna l’arte di Nora de Cicco, accompagnandone il cammino nell’esperienza lavorativa: insegnante di materie artistiche presso Napoli, la sua città natale, diventa poi architetto e lavora ad Algeri con il Bureau National d’Etude Hidrotecnicques. Ha curato e realizzato prodotti di design per Danese Milano, collaborando con Bruno Munari, Achille Castiglioni ed Enzo Mari. È product manager per Produzione Privata, fondata nel 1990 dall’architetto Michele De Lucchi.  Nora De Cicco, scrive poesie e studia la metrica Haiku.
L’incontro con la Salvatori, azienda di riferimento del settore lapideo, apprezzata in tutto il mondo per la ricerca sulla materia volta ad offrire raffinate e sempre nuove lavorazioni, nasce per una casualità, ma è la volontà di raccontare questa roccia calcarea ad unire l’azienda con l’artista. Quest’ultima usa, infatti, materiali inutilizzati, i ritagli di lavorazione della Salvatori in terra di Carrara.
Le sculture di Nora De Cicco, a seguito dell’esposizione, verranno vendute ad offerta libera. Il ricavato sarà devoluto all’organizzazione “200×5”. L’iniziativa prevede la partecipazione di 200 persone che, per cinque euro al mese,  potranno rendere concreto l’aiuto necessario a sostenere una famiglia in difficoltà. Il gruppo promotore, presente su Facebook per moltiplicare la solidarietà, sostiene, infatti, i genitori di bambini affetti da malattie neurodegenerative.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here