Per le “November Conferences”, Špela Videčnik al Politecnico di Milano

Le November Conferences del Politecnico di Milano si concludono il 19 dicembre, presso l’Aula Rogers, con l’intervento dell’architetto internazionale Špela Videčnik.
Špela Videčnik si laurea alla Scuola di Architettura di Lubiana nel 1998 ed alla Architectural Association nel 2000.

Špela Videčnik
Špela Videčnik

Attualmente è visiting professor alla Harvard GSD a Boston.
Nel 1996 fonda, con Rok Oman, lo studio Ofis arhiteki con sede a Lubiana e Parigi,oltre a partnership con studi di Mosca e Boston.
Tra le loro opere più significative vi sono il recupero e l’ampliamento del Museo della Città di Lubiana (2004), lo Stadio di Calcio di Maribor (2008), la Casa dello Studente “Basket” a Parigi (2013), le residenze Lace Apartments a Nova Gorica (2012), lo Stadio di Calcio di Borisov (2014).
Molti dei progetti dello studio sono stati nominati per il premio Mies van der Rohe, ed insigniti di numerosi premi.
Lo stadio di calcio di Maribor è stato premiato con la medaglia d’argento Ioc/Iaks, con l’European Grand Prix for Innovation Award; una menzione d’onore in occasione della Biennale di Miami del 2005 è stata attribuita all’Estensione della Villa “Under”, premiata anche alto ai Ar+D Awards; il restauro, recupero e ampliamento del Museo della Città di Lubiana oltre al premio “Young Architect of the Year” conseguito a Londra nel 2000 è stato inserito nella prestigiosa rivista internazionale Architectural Review’s.

Vista della Casa dello Studente “Basket” a Parigi (foto di Ofis arhiteki)
Vista della Casa dello Studente “Basket” a Parigi (foto di Ofis arhiteki)

Con Špela Videčnik si chiude, quindi, il ciclo che ha visto ospiti dell’università il Premio Pritzker Shigeru Ban, Josep Lluís Mateo e Peter L. Wilson. Tutti i quattro grandi architetti sono fondatori di affermati studi internazionali ed affiancano l’attività progettuale all’attività di docenza. Nel corso delle conferenze hanno parlato delle loro filosofie e ricerche progettuali, attraverso le numerose opere già edificate e quelle in corso di realizzazione, mostrando come la complessità formale e costruttiva che contraddistingue i loro lavori si ottenga proprio grazie alla collaborazione armonica delle diverse discipline “politecniche”, oltre alla continua innovazione.
La 3a edizione milanese delle “November Conferences” è organizzata dal Politecnico di Milano con il coordinamento scientifico di Matteo Ruta e in collaborazione con la fondazione tedesca Sto Stiftung: il ciclo si tiene, infatti, parallelamente in altre prestigiose università europee, quali Stoccarda, Graz, Parigi e Bratislava.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO