Second chance, dall’industria alla creatività

Il progetto finanziato  dall’Unione Europea “Second Chanche” sottotitola: “Dall’uso industriale all’impulso creativo”: si tratta di un’impresa comune di cinque città europee per rivitalizzare e trasformare un ex sito industriale in un luogo per la cultura e la creatività.

In particolare hanno aderito al progetto le città di Norimberga, Lipsia, Venezia, Cracovia e Lubiana, che lavorano insieme per sviluppare strategie e concetti innovativi per rendere i loro siti post-industriali nuovi fulcri culturali.

La fabbrica Aeg di Norimberga, Halle 14 all’interno del Cotonificio Mill di Lipsia, l’Arsenale di Venezia, il Distretto di St. Lawrence di Cracovia e la Fabbrica Rog di Lubiana affrontano gli stessi cambiamenti, opportunità e traguardi e meritano una Seconda Chance.

Il potenziale culturale di ogni luogo viene in questo modo identificato, elaborato, sviluppato e realizzato attraverso un investimento pilota, in modo da attrarre gli investitori ed i promotori locali per sviluppare il potenziale creativo delle aree in oggetto.

Nel caso di Venezia, il progetto prevede una serie di scambi culturali, attraverso i quali è stata organizzata l’installazione video di Primoz Bizjak, vistabile fino al 25 novembre, di cui avevamo già parlato qui.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here