A Firenze in mostra l’opera dell’olandese Nio

Maurice Nio, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato
Maurice Nio

Sarà presentata il prossimo 21 giugno alle ore 18, presso la Gipsoteca dell’Istituto d’Arte di Firenze, la nuova opera dell’architetto olandese Maurice Nio, già attivo nella regione per la realizzazione del progetto di ampliamento del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato.

La presentazione dell’opera intitolata Dark Horse, originata dalla collaborazione tra la Fondazione Architetti Firenze, il Liceo Artistico Statale d’Arte di Porta Romana e Sesto Fiorentino e Nio Architects, si svolgerà a partire da una prolusione dello storico dell’arte Tomaso Montanari e da una performance musicale del Maestro Lucio Labella Danzi.

Maurice Nio, Dark Horse

Rapito dagli spazi e dalle opere contenute all’interno della Gipsoteca durante una sua recente visita, l’architetto Maurice Nio ha voluto offrire a Firenze un suo lavoro inedito: un’opera plastica di grandi dimensioni, ispirata dagli stessi spazi nei quali è raccolta la prestigiosa e imponente collezione di gessi, coi quali la nuova opera tende ad avviare una relazione.

L’imponente corpo nero, nella cui forma dinamica e cangiante si intravedono alcune sembianze di un originario cavallo, racconta il rapporto con il calco della Pietà di Michelangelo per elaborare una sensibilità originata dai temi della sofferenza e della morte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here