A Jinan, il Grand Theater di Paul Andreu Architecte

Vista del Grand Theater di Jinan (foto di Philippe Ruault)

È stata completata la costruzione del Grand Theater di Jinan, Cina, progettato dallo studio francese Paul Andreu Architecte, con la collaborazione di Richez Associés e Biad, come parte del complesso culturale urbano “provincial cultural & art center plaza”.

Lo spazio pubblico e il parco che circondano il complesso teatrale (foto di Philippe Ruault)

Il masterplan ideato per l’area si sviluppa all’intersezione dell’asse est – ovest della nuova linea metropolitana e quello nord – sud di un parco articolato lungo fiume Lashan. Su entrambi gli assi sono state realizzate zone dal carattere ricreativo, composte da spazi pubblici e giardini.

Particolare delle strutture teatrali nel verde (foto di Philippe Ruault)

La disposizione del complesso culturale si riferisce allo spazio pubblico centrale di una grande piazza, mentre a nord del sito, tre torri sorgono su un basamento condiviso, ospitando attività multifunzionali come un hotel, unità abitative e spazi per uffici.

La sala da concerto (foto di Philippe Ruault)

A sud, invece, tre grandi volumi indipendenti, una sala opera da 1800 posti, una sala da concerto della capienza di 1600 posti ed un’arena polifunzionale da 500 posti, formano il “Gran Teatro”.

Gli spazi interni di connessione dei teatri (foto di Philippe Ruault)

Questi volumi, con la loro particolare forma a conchiglia, stabiliscono l’identità del progetto e si pongono in dialogo costante con le alte torri.

La sala dell’opera (foto di Philippe Ruault)

I volumi architettonici semisferici sono coperti con un sistema di rivestimento metallico opaco intervallato da strisce di vetro che vengono sottolineate da fasce d’illuminazione durante la notte.

La sala da concerto (foto di Philippe Ruault)

Il parco posto attorno al complesso comprende tre livelli pedonali, che si connettono in vari punti. Aree verdi elevate aprono la visuale verso le strutture e tutto l’ambiente circostante, ponti pedonali conducono agli ingressi dei teatri dedicati agli artisti, mentre la vegetazione continua ricopre le zone di carico – scarico per gli ambienti culturali ed artistici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here