A Mathi il capannone si trasforma abitazione

La strasformazione del capannone con fienile in una casa/studio (foto Beppe Giardino)

Casa a Mathi è il frutto della ristrutturazione di un capannone con fienile. Lo studio Marc (Michele Bonino e Subhash Mukerjee) interviene con gesti minimi e allo stesso tempo decisivi per riconfigurare lo spazio secondo un disegno aggiornato, capace non solo di accogliere le mutate esigenze abitative ma anche di suggerirne altre.

Lavorando sulle sezioni, il primo piano accoglie la piscina ricavata fra il cuore della casa e la terrazza (foto Beppe Giardino)

L’intervento punta sul gioco delle sezioni: la casa, che si articola su tre livelli, scardina la tradizionale partizione degli ambienti e propone uno scenario alternativo, mosso, aperto, concepito in modo che lo spazio interno si prolunghi in direzione di quello esterno.

La zona pranzo, ribassata rispetto al piano di campagna esterno, segna la contuinità con il prato ((foto Beppe Giardino)

Al piano terra, per esempio, il soggiorno supera i confini murari per proiettarsi all’aperto attraverso il pavimento in resina gialla. Anche lo scavo di 45 centimetri sul pavimento attraversa la casa oltre la sua estensione sottolineando la relazione fra interno ed esterno.

 

di Francesca Oddo

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here