A Odile Decq il “Prix des femmes architectes 2013”

Organizzato all’associazione Arvha, che sostiene la promozione dell’architettura e della pianificazione urbana, il “Premio Donne Architetto” è il primo premio francese di genere e quest’anno, con una cerimonia tenutasi presso il Pavillon de l’Arsenal a Parigi, è stato attribuito ad Odile Decq.

Odile Decq

Aperto ad architetti donne con le sole condizioni di essere registrate presso il Collegio degli Architetti ed essere le autrici dei progetti presentati, il premio è destinato al riconoscimento delle brillanti carriere di architetti con la volontà di avvalorare il ruolo delle donne nel mondo dell’architettura e delle costruzioni in Francia ed in Europa.

Anne Démians

In occasione della prima edizione la giuria, composta da rappresentanti dell’Ordini degli Architetti Francesi, Inglesi, Rumeni, insieme al Ministero della Cultura e della Comunicazione e presieduto da Angela Brady, presidente del Royal Institute of British Architects 2011/2013, ha dovuto scegliere tra 106 candidature per il premio nelle sue tre categorie.

Il Premio per “L’Opera Originale” è andato ad Anne Démians mentre quello per “La Giovane Donna Architetto” allo studio Des Clics et des Calques. Due Menzioni Speciali sono state attribuite allo studio Beherend Architecture ed a Françoise-Hélène Jourda.

Studio Des Clics et des Calques

Associandosi nel sostenere il  “Premio Donne Architetto” Aurélie Filippetti, Ministero della Cultura e della Comunicazione, pone l’accento sull’importanza accordata  all’architettura ed agli architetti dal suo ministero, che accoglie con favore un’iniziativa volta a contribuire allo sviluppo nella parità professionale, tema che rappresenta una delle maggiori preoccupazioni del Ministo e priorità del Governo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO