Abitare l’anima. Tra lo spazio e il sentire di Marco Maria Zanin

Marco Maria Zanin, giovane fotografo padovano, presenta “Abitare l’anima” la mostra fotografica che sarà inaugurata sabato 1 Febbraio 2014 presso gli Spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi e Ricerche di Treviso.

Cattedarli rurali, scatto presentato nella mostra “Abitare l’anima” (foto di Marco Maria Zanin)

Attraverso le intense immagini che ritraggono ruderi nelle nebbie della campagna padovana, così come i grattacieli di San Paolo in Brasile, si compie un viaggio nell’anima, nei suoi più impercettibili movimenti, nel suo rapportarsi al genius loci dello spazio architettonico e del paesaggio naturale.

Cattedarli rurali (foto di Marco Maria Zanin)

Negli scatti di una campagna silenziosa sono ritratte le anime di chi vi abita, nella luce di una metropoli chiassosa, batte un cuore che segna il ritmo della vita: la fotografia rappresenta ugualmente chi guarda, attraverso ciò che viene visto.

San Paolo (foto di Marco Maria Zanin)

La verità del racconto risiede in un’esperienza indefinibile e le fotografie selezionate insieme al curatore della mostra, Fortunato D’Amico, parlano di architetture complementari alla natura e della corrispondenza dello spazio con il sentire.

San Paolo (foto di Marco Maria Zanin)

Luoghi così distanti, fisicamente e culturalmente opposti, si connettono nella visione artistica che li sottrae all’oblio e li dispone in una nuova narrazione, caratterizzata certamente da un senso critico, ma soprattutto dalla necessità di dare spazio all’espressione dell’anima.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here