Addio “signora dell’architettura”

Gae Aulenti, il 16 ottobre 2012, mentre, al braccio dell’assessore alla cultura di Milano, Stefano Boeri, ritira il Premio alla carriera consegnatole d Claudio De Albertis, presidente della Triennale di Milano

A quasi 85 anni si è spenta nella notte a Milano Gae Aulenti, architetto e designer italiano di fama mondiale. Solo quindici giorni fa, esattamente il 16 ottobre, Claudio De Albertis, presidente della Triennale di Milano le ha consegnato, all’interno della cerimonia relativa al premio Medaglia d’oro all’Architettura Italiana, il Premio alla carriera. Premio che si aggiunge ai numerosi riconoscimenti italiani e stranieri che l’architetto di Palazzolo dello Stella (Ud), aveva collezionato.

Il Musee d’Orsay, progettato da Gae Aulenti

La “signora dell’architettura” ha firmato numerose opere, a partire dal notissimo Museo d’Orsay, realizzato a Parigi negli anni ’80 (ma la sua carriera architettonica era già iniziata molti anni prima), passando per l’arredo urbano di piazza Cadorna a Milano, per finire – ma davvero tanto c’è nel mezzo – al restauro del palermitano Palazzo Branciforte e alla ristrutturazione e all’ampliamento dell’aeroporto san Francesco d’Assisi di Perugia che sarà inaugurato tra un paio di giorni.

Piazzale Cadorna a Milano, con la nota opera “L’Ago il Filo e il Nodo” di Claes Oldenburg e Coosje van Bruggen

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here