Al 152 di Elizabeth Street, l’edificio di Tadao Ando per New York

Visualizzazione del prospetto per l'edificio residenziale al 152 di Elizabeth Street, New York (foto di Tadao Ando)
Visualizzazione del prospetto per l’edificio residenziale al 152 di Elizabeth Street, New York (foto di Tadao Ando)

Il primo progetto disegnato da Tadao Ando per la città di New York City sarà un edificio residenziale, un nuovo lussuoso condominio al numero 152 di Elizabeth Street, nel centro di Manhattan.

L'edificio sarà il primo di Tadao Ando per Manhattan (foto di Tadao Ando)
L’edificio sarà il primo di Tadao Ando per Manhattan (foto di Tadao Ando)

L’architetto giapponese ha lavorato in collaborazione con Gabellini Sheppard Associates per definire la struttura caratterizzata, secondo lo stile di Ando, da materiali quali calcestruzzo, acciaio zincato e vetro, composti in un volume lineare che misura 17 metri di altezza e 30 metri in lunghezza.

Si tratta di un edificio che occuperà circa 3mila metri quadrati realizzando sette piani sopra le strade del quartiere Nolita: ognuno dei suoi sette livelli corrisponde a una eccezionale residenza costruita su misura e configurata individualmente.

L'accesso sulle strade del quartiere Nolita (foto di Tadao Ando)
L’accesso sulle strade del quartiere Nolita (foto di Tadao Ando)

Una delle caratteristiche più sorprendenti dell’edificio sarà l’ingresso: realizzato con un muro d’acqua, i cui movimenti sono sottolineati da pannelli scanalati e dalla luce naturale che filtra attraverso le fessure intagliate, questo spazio fluido proietterà un gioco di riflessi su tutte le superfici in calcestruzzo dell’accesso.

Visualizzazione delle vetrate a tutta altezza che illuminano gli interni (foto di Tadao Ando)
Visualizzazione delle vetrate a tutta altezza che illuminano gli interni (foto di Tadao Ando)

Un altro aspetto peculiare sarà composto nella facciata sud dell’edificio, la quale verrà, infatti, definita come innovativa parete di elementi naturali.

Vetrate a tutta altezza permetteranno la perfetta illuminazione di ogni residenza e la luce naturale costituirà un materiale a sé, fondamentale nella definizione degli interni.

Qui, materiali naturali come pavimenti in rovere e bagni in marmo sono uniti alla possibilità di aprire grandi vetrate e lucernari in ogni spazio dell’abitazione che sarà contraddistinto, inoltre, dalle pochissime pareti e porte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here