Alla Dreamhouse di Kaan il Baa 2013

Dreamhouse, progetto di riqualificazione architettonica di KaanArchitecten (foto di Sebastian van Damme)

I progettisti dello studio Kaan Architecten hanno vinto il Benelux Aluminium Award 2013per la ristrutturazione sostenibile di Dreamhouse, un edificio d’angolo che ospita spazi commerciali nell’area di Lijnbaan a Rotterdam.

Vista dell’edificio insignito del Benelux Aluminium Award 2013 (foto di Sebastian van Damme)

Una giuria indipendente composta da personalità del mondo dell’architettura, della tecnologia e dei media, con sede in Olanda e Belgio, tra cui, il presidente  Jan Brouwer e il vice-presidente,Thomas Dierickx, ha assegnato allo studio Kaan il premio per la categoria degli edifici non residenziali.

Particolare delle lamelle in alluminio della facciata (foto di Sebastian van Damme)

Nell’assegnazione del riconoscimento, è stato sottolineato l’uso significativo dell’alluminio, l’efficienza e i consumi energetici ridotti, il design contemporaneo, l’impatto socio-economico positivo ed il valore energetico aggiunto alla struttura originaria.

La Dreamhouse in relazione al contesto costruito (foto di Sebastian van Damme)

Dreamhouse, progettato durante gli anni del dopoguerra dallo studio Van den Broek en Bakema, è stato riqualificato per i gioiellieri Schaap en Citroen ed il rivenditore di moda Cos, attraverso la sovrapposizione di  volumi rettangolari proporzionati equilibratamente su tre piani, poggiati sulle colonne esistenti.

Vista dell’edificio dall’alto (foto di Sebastian van Damme)

Presentando una differenziazione ricercata nei materiali, nelle aperture delle finestre, nei colori ed altri dettagli,  l’ampliamento risulta unitario nella diversità.

La Dreamhouse riqualificata nei tre volumi sovrapposti (foto di Sebastian van Damme)

Il piano terra è visibile attraverso le vetrate, schermate dall’aggetto del piano superiore, dove profonde lamelle d’alluminio anodizzato, attribuiscono al complesso un carattere urbano e funzionale, consentendo la riflessione di luci e colori tra l’interno e l’esterno.

L’edificio, nel quartiere Lijnbaan a Rotterdam (foto di Sebastian van Damme)

Il volume più piccolo in sommità riprende, nella facciata, il disegno delle lamelle ma con differenti proporzioni dimensionali e disposizione ritmica, rapportandosi, insieme agli altri livelli volumetrici, alla scansione d’interpiano dell’edificio prospiciente.

Particolare della copertura verde (foto di Sebastian van Damme)

Le coperture, infine, si avvalgono della presenza di superfici verdi che aumentano la capacità termica degli ambienti interni e rendono ulteriormente riconoscibili i volumi anche dall’alto delle costruzioni circostanti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here