Architettura Cosciente-Architettura appropriata

È Venaria Reale  la sede prescelta da SanMarco per l’annuale appuntamento “Architettura cosciente, architettura appropriata” che, giunto alla sua quinta edizione, si interroga “sulle ragioni di modernità del laterizio, un materiale, che, tra i più utilizzati nel panorama delle costruzioni, “misura” oggi la sua vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei”. L’incontro avrà luogo il 21 maggio prossimo, presso l’Aula Magna de Centro Conservazione e Restauro della Reggia di Venaria la rinomata residenza sabauda seicentesca tra i capolavori che nell’area delle ex scuderie, su una superficie di circa 8000 metri quadrati, ospita uno dei principali centri di restauro italiani, costituito da una serie di laboratori dedicati alla diagnostica, al restauro e alla conservazione delle opere d’arte.

Dopo i saluti iniziali di Riccardo Bedrone, presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino, che farà gli onori di casa, tre progettisti di chiara fama presenteranno le loro architetture in laterizio realizzate con i Sistemi SanMarco. Tre generazioni a confronto Aimaro Isola, Alessandro Bucci e Antonio Monestiroli con approcci progettuali ed applicativi differenti, saranno come vocaboli  del dizionario di un’architettura in laterizio sostenibile.

Infatti oggi più che mai è importante porre l’esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. Attraverso il confronto e il dibattito con questi protagonisti del progetto architettonico contemporaneo, sarà possibile capire come dare significato alle azioni e attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e quindi appropriata.

Nella seconda parte dell’incontro, avrà luogo una tavola rotonda dal titolo ”Prodotto e Progetto” che, costituirà un importante focus sul materiale laterizio, affrontato dal punto di vista di uno storico dell’architettura, Guido Molinari del Politecnico di Torino, dal punto di vista della sua adesione alle modernità, da Giovanni Corbellini,  un critico di linguaggi architettonici contemporanei, e dal punto di vista applicativo/prestazionale, Dist del Politecnico di Torino.

Scarica la locandina

La cultura architettonica tra  valori e  strategie di una ultinazionale

Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco Terreal Italia

«In SanMarco Terreal Italia, azienda produttrice di sistemi in laterizio per l’architettura, e da diversi anni facente parte del gruppo multinazionale Terreal, ci distinguiamo da sempre nel sostegno alla cultura architettonica e nella promozione di eventi di alto livello culturale che stimolano la ricerca ed il dibattito sull’architettura contemporanea – dice Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco Terreal Italia -. Questa vocazione, che sostanza le nostre politiche aziendali, ci ha mosso nella ideazione di un ciclo di convegni di architettura contemporanea, il cui format ha per titolo: “Architettura cosciente, architettura appropriata”. Si tratta di un ciclo di convegni, che si pone l’obiettivo, attraverso il dibattito con i protagonisti del progetto architettonico contemporaneo, di cercare di capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e quindi appropriata. Il confronto tra alcuni importanti studi di progettazione rende quindi possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa.

In effetti, cercando un’analogia alimentare, molto più efficace di altre per la costante aderenza alla sfera dei desideri (soddisfatti o insoddisfatti),il tema della scelta degli ingredienti può essere appropriato anche nel controllo della filiera produttiva, dell’elaborazione del cibo e soprattutto della comprensione e della valutazione di quanto il modello alimentare risponda alle esigenze del nostro corpo in un’ottica di sviluppo (se si è piccoli e giovani), di mantenimento (se si è maturi) o di argine al degrado (se si è anziani). Cattive abitudini (alimentari quanto costruttive) possono stratificare nel tempo danni irreparabili che invecchiano i tessuti del corpo come delle città e che rendono costoso il recupero di un corretto equilibro».

 

San Marco Terreal Italia

SanMarco, parte del Gruppo Terreal, presente in oltre trenta Paesi, è specializzata nella produzione di laterizi per l’architettura. Nel settore dei mattoni faccia a vista, SanMarco eredita l’antica cultura manifatturiera tradizionale del laterizio nello stabilimento di Noale (VE). Alla produzione contemporanea, infatti, si affianca quella di pezzi storici: negli ultimi trent’anni, i maestri artigiani di Terreal Italia ne hanno realizzato a mano quasi seimila tipologie, destinate alle più importanti opere di restauro e recupero architettonico. Anche nel settore delle coperture, Terreal Italia ha coniugato la modernità e la tradizione di due importanti realtà produttive: la tecnologia industriale dell’area piemontese-lombarda (Valenza) e l’esperienza manifatturiera di quella toscana (Castiglion Fiorentino).

Terreal Italia realizza prodotti biocompatibili al cento per cento, conformi alle più recenti leggi sull’isolamento termico, e provvede al recupero ambientale delle cave dismesse di sua proprietà, a salvaguardia della natura e delle risorse ambientali e paesaggistiche.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here