“Architettura in Luce”: la Lectio Magistralis di Zvi Hecker

L’architetto Zvi Hecker terrà la Lectio Magistralis “Architettura in Luce” in occasione del conferimento del Premio di Laurea Silvers, mercoledì 12 febbraio alle 17.30, presso l’Aula Rogers del Politecnico di Milano. Il Premio, intitolato alla memoria di Michele Silvers, sarà conferito alla miglior tesi di laurea specialistica-magistrale relativa al tema: “Progetti di architettura di scuola italiana in contesti internazionali” e per l’occasione interverranno  Ilaria Valente, Preside della Scuola di Architettura e Società;  Claudio Chesi, Vicepreside;  David Palterer del Politecnico di Milano e Guya Bertelli, Presidente Ccs Laurea Magistrale in Architettura.

Zvi Hecker, architetto israeliano, vive e lavora a Berlino

Zvi Hecker riceve la laurea in ingegneria ed architettura nel 1955 presso il Technion di Haifa dove conclude gli studi a seguito della frequentazione del Krakow Polytechnic, condotta dal 1949 al 1950. Nel 1957 si diploma anche all’Accademia di Pittura Avni. Effettua il servizio militare nel Corpo degli Ingegneri dell’Esercito Israeliano e nel 1959 apre a Tel-Aviv lo studio d’architettura, dove lavora con Eldar Sharon prima, e poi, fino al 1966, con Alfred Neumann. Dal 1991 dirige il proprio studio con sede a Berlino. Tra il 1969 ed  il 1972 è professore aggiunto presso la Laval University School of Architecture a Québec, in Canada; nel 1977 tiene lezioni presso la School of Architecture di Arlington all’University of Texas; nel 1979 è architetto ospite alla Washington University School of Architecture in St. Louis; nel 1980 è professore ospite nella Iowa State University School of Architecture e nel 1997 al Technion di Haifa ad Israele.
Tra il 1998 e il 2000 Zvi Hecker è stato professore alla Universität für Angewandte Kunst in Vienna – Meisterwerkklasse für Architektur. Il lavoro di Zvi Hecker è stato esposto in numerose città come Tel Aviv, Gerusalemme, New York, Firenze, Berlino, Venezia, Vienna e Kiev. Nel 1991 partecipa alla Biennale di Venezia, rappresentando Israele, nel 1996 ancora alla 6ª edizione intitolata “Architettura come Sismografo”, nonché in seguito alla 7ª Biennale di architettura del 2000 ed alla 9ª nel 2004.
Nel 1996 gli viene assegnato il German Critic Prize in architettura, e nel 1999 riceve il premio Rechter per l’architettura realizzata a Tel-Aviv.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here