Bio-Mediterraneum per Expo Milano 2015

Vista dell’area dedicata ai Paesi mediterranei

Il progetto vincitore del workshop internazionale a inviti per la realizzazione dell’area dei Paesi del Mediterraneo all’Expo 2015, interpreta il tema come luogo d’incontro e di contaminazione di culture, dove le sensazioni, i colori, i sapori si fondono per creare un’esperienza percettiva destinata a rimanere nella memoria del visitatore attraverso la ricchezza della vita di strada.

Le coperture del padiglione

Le diversità coesistono di fronte allo stesso mare, rappresentato da un pavimento colorato, e sotto il medesimo cielo, la copertura a pergola dal profilo articolato, sintesi formale dello skyline della città mediterranea.

Pianta complessiva

Il mare, spazio comune del progetto, tiene insieme le identità culturali e, metafora della vita che anima la strada, ospita mercato e spettacoli; quattro cucine – le isole nel mare – sono i poli di attrazione e permettono la degustazione del cibo mediterraneo.

Un’isola cucina

Due ampi spazi restano liberi per accogliere incontri a tema, manifestazioni e festival. Il disegno degli arredi interpreta lo spirito della semplicità mediterranea nell’immaginare elementi che possano essere allestiti in modi diversi e gestiti facilmente anche per performance estemporanee.

Vista del “mare”- piazza su cui si affacciano le isole che rappresentano le diverse identità culturali

I tavoli, accolgono visitatori di generazioni e culture diverse lungo tutto l’arco della giornata: sono lunghi, per favorire momenti di scambio e ampia condivisione e quelli in muratura saranno destinati al “taste&buy” per ricostruire l’atmosfera dei mercati alimentari dei Paesi del bacino.

Il plastico

 

Scheda
Università e docenti
Politecnico di Milano
Stefano Guidarini, Camillo Magni;
Tutors
Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue, Luca Varvello
Seconda Università degli Studi di Napoli
Cherubino Gambardella+Simona Ottieri, Lorenzo Capobianco
American University of Cairo
Amr Abdel Kawi
Studenti
Bahaa El Awar, Gianluca Ferriero, Maria Gelvi, Antonela Saliaj, Nada Mohamed Tarkhan, Concetta Tavoletta, Francesco Maria Gabriele Vozza, Stefano d’Armento, Amr Farouk Fouad, Luca Maccarinelli, Mahy Ahmed Tarkan, Giulio Damiani, Serena Leonardi, Pietro Pizzi, Alessandro Rossi, Amna Ahmed Mashhour.

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO