Cervia d’amare

Parte di un articolato progetto di riqualificazione che valorizza una vasta porzione della riviera adriatica, un edificio residenziale “organicista” che nasce dal mare come uno scoglio e promette elevate prestazioni energetiche

di Anna Gioia

Vista panoramica dell’intervento di Cucinella il cui cuore è rappresentato dall’edificio residenziale alto 58 metri che crea un’apertura sul litorale.

Ricucitura, riqualificazione, sostenibilità, rispetto per l’ambiente, coesione sociale, rilancio dell’economia locale: questi i contenuti cardine del progetto Cervia d’amare che concorreranno a rendere la città sempre più all’avanguardia dal punto di vista turistico e culturale. L’obiettivo è valorizzare zone di importanza cruciale e concorrere a rafforzare il posizionamento di Cervia e Milano Marittima sul litorale adriatico.

La planimetria evidenzia il sistema integrato, costituito dagli edifici commerciali e residenziali, dalla promenade, dalla piazza e dal parco, che caratterizza il progetto di quest’area di Cervia.

La realizzazione di importanti opere pubbliche a servizio dei cittadini e a supporto della sempre crescente domanda turistica completerà un accurato lavoro di ricucitura territoriale. Nuovi tratti pedonali e ciclabili, faranno rivivere ambiti oggi degradati o in disuso. All’interno di questo ambizioso progetto si colloca Prima Traversa, un intervento ad alta sostenibilità di nuova generazione, dove residenze, servizi e spazi pubblici aggregativi danno luogo a un comparto integrato. La filosofia dell’intero sistema, progettato dall’architetto Mario Cucinella,  è incentrata su un nuovo modo di pensare percorsi, architetture sostenibili, aree verdi e una grande piazza che traguarda il mare.

Scizzo di progetto che evidenzia il concept dei layer sfalsati che ricordano lo scoglio eroso dal vento

La Prima Traversa è il cuore della zona turistica di Cervia. Dalla famosa rotonda Prima Maggio, fino alla spiaggia, il progetto Cervia d’amare prevede la valorizzazione di una nuova promenade, lunga più di un chilometro collocata nella fascia retrostante gli stabilimenti balneari, che diventerà un susseguirsi di esperienze culturali, grazie all’inserimento di elementi espositivi fissi o mobili. Sarà possibile arrivare a piedi sino al mare attraversando il nuovo parco verde arredato di oltre 11.000 metri quadri o la grande piazza ricca di negozi, ristoranti e bar e dominata dal nuovo edificio residenziale sostenibile. Completa l’intervento un grande parcheggio interrato con circa 150 posti auto.

L’edificio visto dal nuovo parco verde arredato di oltre 11.000 metri quadri di estensione

Il progetto di Cucinella propone un edificio residenziale, alto 58 metri, dai tratti nuovi e di landmark rispetto al panorama costruttivo esistente, che crea un’apertura verso il litorale. Il concept architettonico si basa sull’idea dello scoglio, eroso dal vento e stratificatosi negli anni; questo si traspone in una serie di layer sovrapposti, slittati e ruotati gli uni rispetto agli altri che cercano il proprio orientamento in base alle condizioni ottimali di luce ed esposizione. L’orientamento dell’edificio fa sì che tutti gli alloggi abbiano un doppio affaccio nord/sud (sulla piazza e sul parco pubblico) e godano della vista verso il mare. In questo modo si garantisce anche una buona gestione degli apporti solari durante i mesi estivi, quando i venti prevalenti soffiano per lo più dal mare, sfruttandone a pieno i benefici. La vegetazione presente contribuisce inoltre a ridurre l’effetto “isola di calore urbana”, grazie all’evapotraspirazione delle piante. Il sistema di logge e terrazze, differenti per profondità, infine, trasforma l’involucro esterno dell’edificio in una texture di linee orizzontali che rende i prospetti vibranti. L’utilizzo di fonti rinnovabili e una corretta progettazione, che riserva particolare attenzione alle prestazioni dell’involucro e alla modulazione degli apporti solari sulle superfici trasparenti, assieme a una mirata scelta tra le tipologie impiantistiche e le fonti di energia utilizzate, permetteranno il raggiungimento delle più elevate prestazioni energetiche.

Proiezione delle ombre che l’edificio genera fra le 9 e le 18 in un giorno di agosto, per rappresentare la condizione peggiore in quanto il sole è più basso rispetto agli altri mesi

Il progetto degli spazi aperti del lotto mira a ristabilire i collegamenti tra il litorale e il contesto urbano. Un percorso ciclo pedonale centrale, che si collega a quello già esistente sulle sponde del Canalino, offre un’importante apertura prospettica verso il mare.

Cervia d’amare riqualifica tre ambiti molto importanti di Cervia e Milano Marittima tra cui l’edificio della ex Colonia Montecatini riconvertita in struttura ricettiva di alto livello

UN UNICO PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE PER TRE AMBITI TERRITORIALI

Cervia D’Amare è il progetto che Mario Cucinella e Lamberto Rossi hanno messo a punto, con Pentagramma Romagna (Fintecna, CCC e Galotti), per riqualificare tre ambiti molto importanti di Cervia e Milano Marittima e che comprende oltre 212.000 metri quadrati di territorio: l’antico centro storico di Cervia, denominato Quadrilatero, con gli immobili di Borgo Saffi e l’Ex Direzione delle Saline, la Prima Traversa e l’Ex Colonia Montecatini, esempio ben riuscito dell’architettura razionalista degli anni 30. Le aree hanno tre anime distinte che, rilette in chiave unitaria grazie a questo intervento di ricucitura e riqualificazione, promettono un importante rilancio turistico di questa zona rispetto all’intera riviera adriatica. Il progetto, letto nella sua completezza, mira a restituire al territorio le antiche case del centro storico, oggi degradate, valorizzare e completare percorsi, passeggiate, parchi e spazi pubblici, dare una nuova veste alla Prima Traversa di Milano Marittima passando per la riconversione dell’ex Colonia Montecatini in struttura ricettiva di alto livello.

L’edificio visto dalla terrazza antistante situata oltre la piazza, sugli edifici commerciali bassi
Scheda
Edificio residenziale Prima Traversa, 2010-2012 (concept design)
 Località
Cervia (Ra), Italia
Committente
Galotti, Pentagramma Romagna
Progetto
Mario Cucinella Architects
Team di progetto
Mario Cucinella, Hyun Seok Kim, Sara Trueba Fonseca, Luca Stramigioli, Caterina Pirani
Supeficie
17.500 mq
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here