Cilento Earth: un parco agroalimentare per le eccellenze

Vista dell’area per il progetto Cilento Earth (foto di Centola&Associati)

I vincitori del premio Invest In Salerno, bandito dalla Fondazione Carisal, sono i progettisti dello studio Centola&Associati che, con il progetto Cilento Earth, hanno proposto un parco agroalimentare dedicato alle eccellenze ed ai prodotti tipici dell’area. Un agrumeto abbandonato, di oltre 100mila metri quadrati è stata l’occasione per recuperare il rapporto dell’uomo con la terra, proponendo imprese agricole locali e attività di produzione a km0, che coinvolgessero nel programma funzionale anche le fasi trasformazione, ricerca, formazione, degustazione e vendita di prodotti tipici di qualità.

Gli edifici parte del parco agroalimentare (foto di Centola&Associati)

Cilento Earth accoglie e valorizza aziende sparse in zone interne difficilmente accessibili e giovani start-up: le preziose imprese e le eccellenze locali, spesso a conduzione familiare, depositarie di saperi e tradizioni millenarie, talvolta in difficoltà economica, vengono aiutate a crescere e promuoversi unitariamente attraverso un polo e un marchio innovativi che condensano l’essenza e le tipicità del Cilento attraendo visitatori locali e flussi turistici da tutto il mondo.

Le aree di produzione (foto di Centola&Associati)

I grandi campi tematici all’aperto disposti per gli operatori e i visitatori, sono suddivisi in sette filiere, e messi a disposizione di associazioni, produttori ed amministrazioni per l’organizzazione di sagre, fiere, eventi, degustazioni, festival, concerti e incontri all’aperto. 
Negli spazi coltivati a filari tra i diversi campi si organizzano, attraverso architetture modulari aggregabili da 50 a 500 metri quadrati e che verranno costruite dai mastri artigiani in pietra cilentana, le attività a supporto delle aziende o delle imprese sociali, con spazi al coperto e all’aperto, nonché alcune serre dimostrative.

Le costruzioni saranno realizzate da artigiani in pietra cilentina (foto di Centola&Associati)

Tutte le coltivazioni seguiranno i principi dell’agricoltura biodinamica basata sul rispetto del ciclo naturale delle piante e della terra. Le fasce multicolori dei filari coltivati proseguono lungo le facciate dei volumi in legno lamellare a servizio dei campi che sono energeticamente indipendenti grazie ai pannelli fotovoltaici/solari e alle micro-pale eoliche ad asse verticale.

Coinvolte nel progetto saranno associazioni, scuole ed amministrazioni oltre a start-up e produttori (foto di Centola&Associati)

Alle associazioni ambientaliste e di tutela del paesaggio, alle cooperative, ai pensionati, ai ragazzi e agli appassionati, è riservato un campo-lavoro-incontro con una serie di orti collettivi per l’autoconsumo e il recupero delle essenze tipiche cilentane/mediterranee in via di estinzione, integrati con l’agrumeto, gli ulivi e la pineta recuperati.
 Ai bambini e agli adolescenti è riservato un campo-scuola-gioco dove si possono conoscere l’avifauna e le specie tipiche delle fattorie cilentane, in questo luogo i giovani e i loro genitori accompagnatori vivranno un’esperienza formativa unica a contatto diretto con la natura.

Visualizzazione planimetrica del progetto (foto di Centola&Associati)

L’edificio simbolo, il Cilento World, condensato del mondo e delle eccellenze cilentane, accoglierà le sedi degli enti pubblici partner e delle istituzioni locali, la scuola di cucina, le aule per la formazione, le zone di esposizione e promozione turistica del territorio, un auditorium, i ristoranti tematici e i presidi Slow Food, Legambiente e Wwf.

Un disegno planimetrico per Cilento Earth (foto di Centola&Associati)

Una grande piazza consente di radunare i gruppi di visitatori e organizzare molteplici attività e laboratori all’aperto: questo spazio ospita infatti una scultura interattiva che racconta la storia, la geografia, i progetti, il futuro e le connessioni del Cilento, dei Comuni e del Parco nazionale con il resto del mondo. Una foresteria con annesso centro benessere consente di ospitare i visitatori. L’area wellness è completata dalla piscina coperta e dalla palestra, collegate dal percorso natura, interno alla pineta preesistente, si conclude in prossimità di casali in pietra recuperati dove saranno realizzati ristoranti tipici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO