Come un unico grande blocco

L’edificio residenziale a Castelnovo di Isola Vicentina (foto di Margraf)

La duttilità e l’abbinabilità dei marmi Margraf anche con altri materiali sono evidenti nella realizzazione di un edificio residenziale a Castelnovo di Isola Vicentina, progettato dallo Studio d’Architettura Massimo Pace & Luca Cecchetto.

L’edificio è rifinito di marmo Margraf, Blu Perla, sbiancato e bocciardato (foto di Margraf)

L’architettura è valorizzata da ben 300 metri quadri di marmo Blu Perla che, sbiancato e reso omogeneo in superfici dalla finitura bocciardata, fa risaltare le terrazze in mattoni scuri e gli elementi in alluminio della facciata.

I balconi in mattoni risaltano nel bianco volume (foto di Margraf)

La palazzina, che segue nella sua composizione la forma del lotto, un trapezio stretto e allungato lungo il torrente Giara, è dotata delle più moderne tecnologie di risparmio energetico e realizzata con materiali di pregio.

Le aperture in aggetto ricoperte in acciaio dialogano col marmo bianco (foto di Margraf)

La percezione dall’esterno è quella di un grande blocco in marmo bianco, rotto da due volumi aggettanti in alluminio, dai quali, attraverso grandi vetrate, filtra verso gli interni la luce naturale.  Le aperture dell’edificio, sono posizionate lungo i quattro lati per offrire differenti inquadrature visive, delle Prealpi Venete a nord-est e delle colline vicentine a sud-ovest, garantendo ambienti interni particolarmente luminosi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO