Componenti e materiali innovativi per l’architettura sostenibile: i Transparent Insulation Materials

Il palasport è stato orientato secondo l’asse N-O/S-E in modo da rendersi sempre esposto al percorso del sole, anche nei periodi invernali

La tesi  di  Carlotta Cecchini affronta una fase di ricerca sui Transparent Insulation Materials (Tim) ed una proposta di integrazione di questi componenti nella progettazione di un palasport per arti marziali, ritenuto per la sua necessità di spazio, calore e luce, la funzione più adatta per un efficace sfruttamento delle proprietà del materiale in esame. La forma dell’edificio (e il suo orientamento) razionalizza il sistema funzionale e consente di limitare fortemente la superficie disperdente ottenendo un sensibile risparmio energetico oltre che economico.

Vista Sud-Ovest

Un doppio involucro espone la stratificazione più massiva all’esterno e protegge gli spazi interni mediante una pelle più leggera. L’involucro esterno è composto da una trama, in Tim e vetro fotovoltaico: la prima consente di isolare l’ambiente interno, a livello sia termico sia acustico; la seconda sfrutta la radiazione solare, schermandola nei mesi estivi. All’interno, una copertura in plexiglass, collabora alla creazione di una camera d’aria tra essa stessa e la pelle esterna, chiudendo gli ambienti interni in una sorta di “bolla”, non sigillata. Per garantire leggerezza al massiccio involucro, è stata scelto un sistema a collaborazione di travi lamellari incernierate mediante un elemento reticolare in acciaio.

Vista interna
Scheda
Diploma di Laurea Architettura UE (5 anni)
Università La Sapienza di Roma, L. Quaroni
Relatore Salvatore Dierna
Correlatore Fabrizio Tucci
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here