De Castelli: la nuova vita del metallo

Acciaio inox, alluminio, corten, ferro, ottone, rame e altro ancora. Il mondo dei metalli passa da Crocetta di Montello e dal know how accumulato da quattro generazioni nella lavorazione del ferro e condiviso con un tessuto di professionalità davvero unico. Da De Castelli la materia prende forma, attraverso ricerca e innovazione continua, per trasformarsi in superfici uniche, texture esclusive, soluzioni per l’interior design e sistemi per l’architettura. Oggi l’azienda è riconosciuta a livello internazionale per aver introdotto il design in un settore complesso come quello dei metalli e le più recenti referenze testimoniano l’eccellenza di un processo produttivo che unisce manualità artigiana e tecnologia all’attenzione per il mondo del progetto.

De Castelli

Idee e suggestioni, contaminazioni e riferimenti culturali diversi, spunti e riflessioni provenienti dal mondo naturale, dalla storia dell’uomo, da paesi e territori anche lontani. Il progetto è al centro dell’attività di De Castelli, l’innovazione e la ricerca sono le chiavi per trasformare ogni suggestione in materiali esclusivi e ricercati per finiture, colori e capacità di dialogare con la luce. È questa in estrema sintesi l’attività di un’azienda da sempre protagonista del mondo della lavorazione dei metalli che ha compiuto nell’ultimo decennio un’importante svolta imprenditoriale, coniugando innovazione e artigianato, alla ricerca di un linguaggio contemporaneo e di forme espressive originali e raffinate.
Una mission chiara ed evidente, ancor più esplicita se si ha la fortuna di visitare il nuovo stabilimento di Crocetta del Montello, in provincia di Treviso, uno spazio ampio e pensato per le attuali esigenze dell’azienda, un luogo nel quale viene dichiarata un’impostazione che parte dal design, dalla progettazione e che si declina poi nell’attenzione e nella ricerca dell’eccellenza di ogni fase del processo. Dall’analisi delle richieste del cliente al rapporto con il progettista, dalla modellazione tridimensionale alla ricerca dei materiali più indicati e delle finiture ideali per ogni singolo pezzo.

De Castelli

Continua a leggere su: www.area-arch.it

LASCIA UN COMMENTO