Due anime in mostra a Pietrasanta

Il Musa (Museo virtuale della scultura e dell’architettura) di Pietrasanta, nell’ambito della rassegna “Leggera Materia”,  dal 3 agosto fino al 1° settembre propone la mostra “Le Forme dei Marmi. La Versilia Medicea 500 anni dopo. Sacro e Profano nella contemporaneità”, a cura di Andrea Marcuccetti, organizzata da Ugo Da Prato e dal Cna, in collaborazione con Artex (Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana).

«Il visitatore del Musa sarà messo in condizione di recepire i due aspetti, estetico e riflessivo, come elementi di confronto e contaminazione, in modo da rafforzare e diffondere quell’identità che storicamente caratterizzata questi luoghi, punto di incontro per artisti, designers e architetti con la committenza laica e religiosa». Andrea Marcuccetti

L’allestimento espositivo è di Tiziana Burrini, Elisa Guidi e Attilio La Pietra. Prendendo spunto dalla filosofia e dal modus operandi dei Medici, la mostra si compone di due anime: sacra e profana, viste in chiave contemporanea, attraverso le opere di artisti italiani ed internazionali che in questi anni hanno lavorato a Pietrasanta, da Michael Anastassiades a Giovanni Balderi, Mattia Bosco, Giovanni Manganelli, Craig Copeland e Renzo Maggi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here