Ecco chi ha vinto il WT Smart City Award 2014

Mario Cucinella durante l’assegnazione del primo premio (foto di WT Smart City Award 2014)

Sono stati presentati presso Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, i vincitori del WT SmartCityAward 2014, concorso internazionale d’idee relativo all’urbanistica ed all’architettura, che ha lo scopo di premiare proposte progettuali visionarie e sostenibili, capaci di trasformare positivamente il paesaggio urbano costruito.

Il progetto della nuova sede dell’Arpt, vincitore degli Smart City Award 2014 (foto di Mario Cucinella Architects)

Vincitore dell’edizione 2014, è il progetto per la Nuova sede dell’Arpt dello studio Mario Cucinella Architects: ispirato al paesaggio del deserto algerino, prevede edifici simili ad elementi naturali, conformati come dune di sabbia disegnate dal vento.

Visualizzazione della Biotic City (foto di Jessica Hernandez, Edgar Garcia & Bing Bai)

Secondo classificato è il progetto Biotic City di Jessica Hernandez, Edgar Garcia & Bing Baiche propongono una struttura lineare galleggiante composta di materiali biodegradabili, coltivati e raccolti in loco.

Sezione del progetto Biotic City, secondo classificato (foto di Jessica Hernandez, Edgar Garcia & Bing Bai)

La visione progettuale prefigura un’urbanistica post-industriale capace di istituire relazioni con l’ambiente e i relativi habitat ecologici: realizzata con materiali biodegradabili, la struttura sarà riassorbita nell’ambiente non appena divenuta superflua od obsoleta. Suggerendo un nuovo modo per gli esseri umani di vivere e di interagire con il loro ambiente, il progetto configura il paesaggio urbano come una piattaforma complessa e di vasta scala che sostiene la ricerca scientifica relativa alle ecologie marine.

L’edificio principale del Baltic Sea Park “Tuututama” (foto di Bat, Achazaballa Arquitectos)

Terzo classificato è il Baltic Sea Park “Tuututama” di Bat e Achazaballa Arquitectos: una connessione architettonica tra le rive del Perona ed Embecke che disegna l’asse centrale d’ingresso nella città di Pärnu.

Inquadramento planimetrico e diagrammi progettuali del Baltic Sea Park (foto di Bat, Achazaballa Arquitectos)

L’edificio principale è costituito da una forma ondulata che avvolge il ponte, realizzando arcate iconiche che si dispongono come portali d’accesso alla città.

Vista notturna del progetto, terzo classificato (foto di Bat, Achazaballa Arquitectos)

Il complesso comprende diverse funzioni: un padiglione d’arte; un parco artistico che circonda sinuosamente le architetture, in sinergia con il fiume; l’edificio centrale, adattabile a qualsiasi funzione pubblica e una sala polifunzionale superiore. L’esperienza artistica comprende l’attenzione alla pratica di tutela delle risorse naturali, migliorando la relazione tra natura e cultura.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here