Frampton vince il Theory Prize

Kenneth Frampton, foto Kenneth Frampton / Schelling Architekturstiftung

L’architetto e storico anglo-americano Kenneth Frampton è stato confermato come il vincitore di quest’anno del Theory Prize della Schelling Architecture Foundation.
La giuria ha elogiato Frampton per i suoi «fondamentali studi sulla tettonica e sull’architettura a grande scala come elemento predominante del paesaggio urbano. La sua autonomia teorica comprende una vastità che nessun altro teorico dell’architettura ha ancora raggiunto. Inoltre, egli deve essere onorato per gli studi accurati in cui ha analizzato i processi di costruzione attuali così come la storia dell’architettura moderna a partire dall’inizio del diciannovesimo secolo».
In qualità di vincitore del Theory Prize 2012, Frampton parteciperà ora come membro della giuria nella selezione del vincitore dello Schelling Architecture Prize, del valore di 20.000 euro, che verrà assegnato a uno dei tre studi finalisti, Aff Architekten, Al Borde e 6a Architects, in occasione della cerimonia di premiazione del 12 novembre presso l’Auditorium Tulla del Karlsruhe Institute of Technology.

La scelta dei tre finalisti è ststa così motivata dalla giuria: il gruppo Aff Architekten ha perseguito nelle proprie realizzazioni a diverse scale un comune filo narrativo, alla ricerca dell’autenticità dei materiali; lo studio Al Borde ha particolarmente impressionato per l’interpretazione poetica delle basi costruttive degli edifici, mentre il team 6a Architects è stato scelto per la costante ricerc a di un’esperienza sofisticata dello spazio, della luce e dei materiali che conferisce ai loro progetti un senso estremo di leggerezza ed originalità.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here