Bwaf premia Hok per la promozione delle donne leader

Hok, uffici di Londra (foto di Hok)
Hok, uno scorcio degli uffici di Londra (foto di Hok)

A New York, in occasione della cerimonia di premiazione della Leadership Awards Gala della Beverly Willis Architecture Foundation, lo studio Hok ha ricevuto il Premio della Fondazione per aver fatto crescere le opportunità di leadership ed aver positivamente influenzato le carriere delle donne in tutto l’ufficio di progettazione.

L’impegno continuo di Hok nel promuovere le donne leader ha portato ad un aumento del numero di progettiste in tutti i livelli dello studio. Dal 2011, la percentuale di personale femminile professionale è cresciuta da meno del 38 al 45 per cento e le donne oggi ricoprono posizioni di leadership chiave in diversi uffici regionali di Hok, in gruppi di lavoro e nei dipartimenti dello studio.

Rebecca Nolan (foto di Hok)
Rebecca Nolan (foto di Hok)

«Hok comprende il valore di promuovere e mantenere le donne in posizioni di leadership. Il monitoraggio e l’analisi dei nostri progressi ci aiuta a implementare le strategie positive per aiutare tutti i nostri professionisti a perseguire e raggiungere traguardi di carriera fondamentali».Rebecca Nolan, direttore degli uffici di Chicago e St Louis

Il Consiglio Consultivo per la Diversità dello studio Hok promuove le pari opportunità in tutta l’azienda: composto da nove donne e cinque uomini, il Consiglio è stato fondato sul principio di inclusione per tutti, l’equità nelle opportunità, il rispetto per l’altro e l’integrazione nel contesto di uno studio globalmente diversificato.

Bill Hellmuth (foto di Hok)
Bill Hellmuth (foto di Hok)

«Siamo profondamente onorati di essere riconosciuti per il nostro progresso nel promuovere le donne leader nell’anno del nostro 60° anniversario come società. Quando assumiamo i migliori talenti di tutto il mondo, la diversità è un risultato naturale che migliora il nostro lavoro per i clienti». Bill Hellmuth, presidente di Hok

Le iniziative del Consiglio includono la forte partecipazione pubblica a sostegno della diversità nel campo della progettazione e dell’industria; l’impegno in iniziative di ricerca con l’Aia e con altre organizzazioni; la guida di programmi d’affiancamento formativo in studi locali; e la conduzione di un sondaggio a livello aziendale per comprendere meglio la percezione, da parte dei dipendenti, dell’equità, dell’equilibrio vita-lavoro, del potenziale nell’avanzamento lavorativo e nell’accesso alla leadership.

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO