I cinque finalisti del Premio Mies van der Rohe 2015

Vista del KunstmuseumRavensburg (foto di Roland Halbe)
Vista del KunstmuseumRavensburg (foto di Roland Halbe)

La Commissione europea e la Fundació Mies van der Rohe hanno annunciato, presso la Europe House di Londra i cinque finalisti in gara per il Premio di architettura contemporanea dell’Unione europea Mies van der Rohe 2015.

La Cantina Antinori di San Casciano  (foto di Pietro Savorelli)
La Cantina Antinori di San Casciano (foto di Pietro Savorelli)

I relatori della conferenza stampa sono stati Giovanna Carnevali, Direttore della Fundació Mies van der Rohe; Alessandro Senesi, vicecapo unità del programma Europa creativa della Commissione europea; e Tony Chapman, membro della giuria dell’edizione 2015 del premio.

Il Danish Maritime Museum a Helsingør (foto di RasmusHjortshoj
Il Danish Maritime Museum a Helsingør (foto di RasmusHjortshoj

I cinque finalisti sono: il KunstmuseumRavensburg, Ravensburg, di Lederer Ragnarsdóttir Oei; il Danish Maritime Museum, Helsingør, di Bjarke Ingels Group; la Cantina Antinori, a San Casciano Val di Pesa, Firenze, di Archea Associati; la Philarmonic Hall Szczecin, Szczecin, di Barozzi / Veiga, ed infine, il Saw Swee Hock Student Centre, LSE, London, di O’Donnell + Tuomey.

Vista della Philarmonic Hall Szczecin (foto di Simon Manges)
Vista della Philarmonic Hall Szczecin (foto di Simon Manges)

Nelle prossime settimane, i membri della giuria visiteranno le cinque opere finaliste e raccoglieranno informazioni di prima mano dai loro utenti. Il 7 maggio gli autori delle opere presenteranno il loro progetto durante un evento aperto al pubblico, che si terrà a Barcellona.

Il Saw Swee Hock Student Centre (foto di Dennis Gilbert)
Il Saw Swee Hock Student Centre (foto di Dennis Gilbert)

L’8 maggio verrà annunciato il nome dei vincitori dell’edizione 2015 durante un evento speciale presso il padiglione Mies van der Rohe di Barcellona, e sarà inoltre aperta una mostra relativa ai progetti premiati nell’edizione 2015 ed al lavoro di tutti gli architetti e le persone coinvolte nell’evento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO