I luoghi della comunità

Fmp Dono, Architetti Barani, Biagini, Mareschelli, De Benedittis

Dies Domini, Centro Studi per l’architettura sacra e la città della Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro ha esposto a Bologna i progetti redatti nell’ambito del Laboratorio di progettazione per le chiese provvisorie, nato dalla constatazione di come, in seguito al sisma che ha interessato l’Emilia, le popolazioni abbiano manifestato l’esigenza di trovare in tempi rapidi luoghi di riferimento e di incontro per l’azione liturgica delle comunità cristiane.

Come Meteora, Architetti Piva, Fazio

Il Centro Studi per l’architettura sacra e la città ha dato risposta a tale esigenza proponendo ad architetti ed ingegneri che si interessano di architettura sacra di partecipare ad un laboratorio mediante il quale proporre alle diocesi interessate alcuni progetti di chiese provvisorie.

Chiesa pret à prier: un’Assemblea per la rinascita, Architetti Zamboni, Paoletti, Santi

L’obiettivo era redigere progetti capaci di unire a una buona qualità architettonica, anche una rapidità di esecuzione, una economicità di costi e un’attenzione alla liturgia.

In perfetta unione, Architetti Ferrari, Barone, Bertotto, Barbieri

I trenta professionisti partecipanti hanno predisposto otto progetti di diverse dimensioni, formalmente non troppo connotati come edifici chiesastici e capaci di accogliere altri usi nel momento in cui le chiese storiche saranno nuovamente agibili.

Chiesa Emiliana: la novità dentro la tradizione, Architetti Palladini, Roveri, Dall’Agata, Ricchi
Assembl(e)are, Architetti Fiorini, Ingrami, Martinuzzi
Tra cielo e terra, Architetti Marchesi, Manenti, Reatti, Vanzini, Venturi
Oltre l’effimero. Una chiesa in cammino, Architetti Calanca, Losi, Seravalli, Tranquilli
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here