Ikea sviluppa un prototipo per i rifugiati

Foto di Ikea Foundation

La Fondazione Ikea insieme all’Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite(Unhcr), ha sviluppato il prototipo di una struttura di riparo temporanea realizzata con pannelli polimerici leggeri, con uno strato di isolante termico, montati su un telaio in acciaio.

Foto di Ikea Foundation

Il progetto nasce dalla considerazione che «molti dei rifugi correnti utilizzati nei campi profughi hanno una durata di circa sei mesi prima che l’azione del sole, della pioggia e del vento renda necessaria una sostituzione. Eppure i rifugiati restano nei campi di accoglienza anche per 12 anni», spiega Fondazione Ikea.

Il montaggio del prototipo, distribuito in una confezione di cartone simile a quella delle librerie della casa svedese, richiede circa quattro ore.

Foto di Ikea Foundation

All’interno della confezione è presente anche un foglio di tessuto con alluminio intrecciato che, posato sopra la copertura, riflette il sole durante il giorno e contribuisce a mantenere il calore di notte. Un pannello solare laminato su un sottile film plastico fornisce l’energia per le luci incorporate e per una presa USB.

Con i suoi 17,5 metri quadrati, il rifugio è due volte più grande delle attuali tende ed ognuno può ospitare fino a cinque persone.

Attualmente sono in fabbricazione 50 prototipi che verranno testati in Etiopia, Iraq e Libano, con una previsione di costo unitario di circa 655 sterline.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here