Il Blue Planet di 3xn a Kastrup

[metaslider id=34238]
Ispirata dall’acqua in continuo movimento, Blue Planet è la nuova sede dell’Acquario Nazionale di Danimarca. La forma organica dell’edificio, al contempo astratta e figurativa, esprime ciò che attende il visitatore all’interno. A seconda della posizione, delle condizioni e della distanza, la sua percezione cambia notevolmente invitando chi la osserva all’interpretazione.

La nuova sede dell'Acquario Nazionale della Danimarca si ispira alle forme dell'acqua in movimento (foto di Adam Mørk)
La nuova sede dell’Acquario Nazionale della Danimarca si ispira alle forme dell’acqua in movimento (foto di Adam Mørk)

Visti dal cielo, i suoi contorni ricordano quelli di una stella marina. Avvicinandosi al fronte anteriore, le linee evocano la superficie del mare increspata da una grande creatura. Lo stesso pattern della facciata, coperta da oltre trentatremila piccole scandole in alluminio a forma di diamante, ricorda le squame di un pesce.

L'edificio presenta un impianto centripeto che ne permetterà i futuri ampliamenti senza alterarne l'immagine (foto di Adam Mørk)
L’edificio presenta un impianto centripeto che ne permetterà i futuri ampliamenti senza alterarne l’immagine (foto di Adam Mørk)

Situato a Kastrup, lungo la costa, Blue Planet presenta un impianto centripeto concepito per favorire l’ampliamento degli spazi espositivi in ciascuno dei bracci, senza interrompere l’attività né alterare l’immagine architettonica complessiva.
I visitatori raggiungono l’ingresso seguendo il braccio più lungo, passando dalla vista del paesaggio a costeggiare alcuni specchi d’acqua all’aperto, quasi che un vortice li stesse risucchiando in un altro mondo, situato sotto la superficie del mare.
[metaslider id=34240]
L’atrio circolare è il centro del connettivo interno, dal quale si può scegliere quali ambienti acquatici esplorare: fiume, lago o mare, seguendo percorsi multipli che conducono in spazi a volte molto ampi, a volte raccolti, nei quali l’architettura svolge un importante ruolo di stimolo sensoriale ed emotivo. La mostra è supportata da tecnologie audiovisuali accattivanti, una miscela di luce, suoni, segni, illustrazioni, immagini, video ed elementi interattivi rivolti a visitatori di tutte le età, ma i protagonisti di questa avventura alla scoperta della vita nell’acqua sono i 53 acquari di tutte le forme e dimensioni, per una capienza complessiva di circa 7 milioni di litri d’acqua.

3xn

3Xn: Kim Herforth Nielsen, Bo Boje Larsen, Jan Ammundsen e Kasper Guldager Jensen (doto di André Andersen)
3Xn: Kim Herforth Nielsen, Bo Boje Larsen, Jan Ammundsen e Kasper Guldager Jensen (doto di André Andersen)

Fondato nel 1986, 3xn è diventato rapidamente noto per la preferenza verso l’architettura sociale e umana, per l’elevato livello di dettaglio dei progetti e per l’impiego di professionisti di alta qualità. Lo studio ha quattro partner: Kim Herforth Nielsen (fondatore e principal architect), Bo Boje Larsen (Ceo), Jan Ammundsen (concorsi) e Kasper Guldager Jensen (Gxn). Lo studio ha sede a Copenaghen e occupa circa 80 dipendenti che operano in una struttura di rete orientata alla progettazione. Nel 2007 3xn ha fondato Gxn, un dipartimento di ricerca e sviluppo che lavora con strumenti digitali, nuovi materiali e tecnologie verdi

Scheda
Client                                                               
Bygningsfonden Den Blå Planet
Architect                                                        
3xn
Consulting engineers                                
Moe & Brødsgaard
Consultant, landscape                              
Henrik Jørgensen Landskab
Consultant, exhibition                              
Kvorning design & kommunikation
Large constructions                                   
Mt Højgaard, Hoffmann, Kai Andersen, E. Pihl & Søn
Aquarium technique, total construction             
Aat Advanced Aquarium Technologies
Client consultant                                         
Plh Arkitekter
Lighting Design                                            
Jesper Kongshaug
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO