Il Cluster culturale a Zaanstad di Mvrdv

All’interno dell’edificio è visibile la silhouette della tipica casa Zaan che ospita la piazza-spazio pubblico (foto Mvrdv)
All’interno dell’edificio è visibile la silhouette della tipica casa Zaan che ospita la piazza-spazio pubblico (foto Mvrdv)

Il comune di Zaanstad in Olanda ha annunciato che lo studio Mvrdv di Rotterdam è stato selezionato come il vincitore del concorso per il nuovo Cluster culturale della città che sarà vicino alla stazione ferroviaria principale della città e al municipio. L’edificio fa parte di un più vasto impianto urbano che è stato progettato per trasformare il centro della città in accordo con lo stile del vicino sito patrimonio mondiale dell’Unesco Zaanse Schans, un villaggio a nord-est di Amsterdam caratterizzato da tipiche case in legno verde.

La piazza collega e offre accesso a tutti i principali spazi dell’edificio Zaanse Schans (foto Mvrdv)
La piazza collega e offre accesso a tutti i principali spazi dell’edificio Zaanse Schans (foto Mvrdv)

Mvrdv ha proposto un volume cubico in cui la tipica casa verde Zaan è visibile come una silhouette. Ognuna delle cinque istituzioni culturali ospitate nel cluster avrà un proprio spazio all’interno di un vuoto a forma di casa storica Zaan di colore diverso, in modo che ciascuna abbia una riconoscibile identità visiva. Il più grande di questi spazi è lo Zaan Living Room, situato direttamente sulla piazza di fronte al municipio. In questo spazio centrale, tutti i diversi elementi si uniscono fra loro. Si tratta di uno spazio pubblico che parte sulla piazza e offre l’accesso a tutti i livelli del nuovo edificio.

Il legno verde rimanda alle tipiche case storiche del villaggio  (foto Mvrdv)
Il legno verde rimanda alle tipiche case storiche del villaggio (foto Mvrdv)

L’edificio sarà realizzato secondo un processo di costruzione integrato e gli utenti e le istituzioni culturali saranno coinvolti attivamente attraverso vari processi di consultazione. Il Cluster ospiterà anche una sala cinematografica, una biblioteca, una scuola di musica, un centro per il design, una radio locale e un centro per le arti visive. L’edificio sarà dotato anche di un certo numero di spazi di lavoro flessibili. Grande attenzione anche a materiali e tecnologie sostenibili per raggiungere la massima efficienza energetica.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here