Il colore, la città contemporanea e la storia

Al via la seconda edizione del concorso San Marco Award 2012/2013, organizzato dal Colorificio San Marco  con il supporto del Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori  per promuovere il tema del colore nell’architettura e nell’ambiente.

Il concorso, aperto ad architetti, neolaureati e docenti universitari, si articola in due sezioni: la prima, “Il colore e la città contemporanea” indaga come gli interventi cromatici possano risolvere problemi architettonici senza interventi radicali e nel rispetto della sostenibilità ambientale e come l’uso del colore possa essere utilizzato per rigenerare e rivitalizzare parti di città, edifici degradati, fabbriche e impianti dismessi, piazze e luoghi pubblici, recuperando il senso di socialità, identità dei luoghi e una relazione più umana tra gli spazi edificati e la città.

La sezione “Il colore e la storia” è dedicata ad interventi di restauro di architetture private o pubbliche nelle quali il colore restituisca alle facciate un adeguato valore storico artistico e nelle quali il progetto cromatico sia parte integrante del progetto architettonico.

I vincitori saranno proclamati a fine febbraio 2013 dalla giuria presieduta da Leopoldo Freyrie, presidente Cnappc e composta da Alessandro Marata, Presidente del Dipartimento ambiente e sostenibilità del Cnappc, Alessandrina Tamburini, fondatrice e presidente del Colorificio San Marco, Marina Fumo, del Dipartimento di Progettazione  urbana e urbanistica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Massimo Iosa Ghini, designer e architetto e Rossana Galdini, del Dipartimento di Sociologia Urbana dell’Università di Roma La Sapienza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here