Il legno per le città di domani

Il Woodbox a Milano (foto di Wooddays)

Il tema dell’edilizia in legno viene affrontato concretamente a Milano attraverso un’esposizione compatta, un Woodbox aperto al pubblico.  L’iniziativa è sostenuta da proHolz Austria in collaborazione con il Dipartimento di Edilizia in legno della Technische Universität di Monaco  e promo_legno  e con il supporto dell’Organizzazione Europea delle Segherie (Eos) e dalla Federazione europea dei produttori di pannelli (Epf).

L’interno dello spazio espositivo (foto di Wooddays)

La costruzione collocata in  Piazza Cordusio, fino al 31 marzo 2014, presenta, al suo interno, le nuove potenzialità del legno presentando alcuni progetti di architettura realizzati a livello internazionale, accompagnati per l’iniziativa,  con una serie di manifestazioni e dibattiti intorno al tema, nelle giornate dei Wooddays.

Una fase di costruzione del complesso in via Cenni, Milano (foto di Wooddays)

Negli ultimi anni il legno è diventato un materiale da costruzione high-tech: le costruzioni in legno, raggiungono altezze impensate con soluzioni a più piani, continuando a conquistare le città. Il legno vanta anche qualità ecologiche uniche ed è in grado di soddisfare le esigenze crescenti di un’edilizia orientata alla tutela delle risorse. Le città ecologiche in espansione del futuro impongono elevati requisiti in termini di salvaguardia delle risorse, razionale ridensificazione degli spazi,  riqualificazione energetica e intelligente utilizzo degli spazi residenziali.

Le residenze di via Cenni, a Milano, viste dalla strada (foto di Wooddays)

Il legno offre soluzioni adeguate, che spesso non sono ancora conosciute o non trovano i presupposti adatti: Woodbox e i Wooddays intendono proprio contribuire alla diffusione e alla conoscenza dell’edilizia in legno in Europa. Alcuni esempi internazionali dimostrano lo straordinario successo dell’edilizia in legno: a Milano, in Via Cenni,  è stato di recente inaugurato il complesso residenziale in legno più grande d’Europa. Il complesso, progettato da Fabrizio Rossi Prodi,  realizzato interamente con pannelli in legno massiccio a strati incrociati, è costituito da quattro edifici di nove piani che raggiungono singolarmente i 27 metri di altezza.

. Gli spazi dei cortili interni (foto di Wooddays)

L’edilizia in legno vanta qualità uniche anche per la riqualificazione di strutture esistenti: il legno ha infatti un peso ridotto e un’elevata capacità portante oltre ad ottime caratteristiche di isolamento termico. La ricerca ha contribuito a migliorarne, in maniera significativa, la protezione antincendio e l’isolamento acustico. I metodi di calcolo e di produzione computerizzati consentono di realizzare progetti dalle forme innovative e l’elevato grado di prefabbricazione comporta tempi di costruzione estremamente brevi, trasformando i cantieri in luoghi più silenziosi e puliti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO