Il Maisha Film Garden di Mira Nair e Tamassociati, per l’Uganda

Vista della collina nei dintorni di Kampala, dove sorgerà il Maisha Film Garden (foto di Tamassociati)

Il team di progettisti italiani Tamassociati,ha di recente ottenuto ben tre premi internazionali: Premio IUS-Capocchin per la costruzione dell’ospedale pediatrico più sostenibile al mondo, Curry Stone Design Prize per le migliori realizzazioni di Social Design in Africa e l’ambitissimo Aga Khan Award for Architecture per l’ideazione, la costruzione partecipata e l’impatto eco-sociale dell’ospedale Salam in Sudan.

Un’immagine per il progetto (foto di Tamassociati)

Attualmente, inoltre, è finalista allo Zumtobel Group Award (Innovazione per Sostenibilità e Umanità nell’Ambiente costruito), candidato Uia per il Vassilis Sgoutas Prize (per l’architettura al servizio dei più poveri e per la concezione di soluzioni innovative al fine di ridurre la povertà ed indigenza) ed in lizza per lo Holcim (International Holcim Awards for Sustainable Construction).

Alcuni spazi di proiezione all’aperto (foto di Tamassociati)

Riconosciuto come portatore di un linguaggio estetico innovativo e di una nuova organizzazione del lavoro che permette la sintesi migliore tra risorse disponibili e risultati finali – low cost-high value – il team Tamassociati realizzerà il nuovo progetto della pluripremiata regista e sceneggiatrice Mira Nair, in Uganda. La sede della Ong Maisha in Uganda, è stata voluta dalla regista Mira Nair per promuovere il cinema nel continente africano.

Vista del Maisha Film Garden e particolare dell’accesso (foto di Tamassociati)

Il nuovo Maisha Film Garden, sarà realizzato con manodopera e materiali locali, poggerà su una collina nei dintorni di Kampala, affacciata sul Lago Vittoria, e ospiterà la scuola di cinema con un parco pubblico. Vicino al Maisha Film Lab headquarter si snoderanno, inoltre, il cinema all’aperto, spazi di formazione e percorsi artistici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO