Il Mariano Latorre Lyceum a Curanilahue

Vista notturna del Mariano Latorre Lyceum (foto di Felipe Díaz Contardo)
Vista notturna del Mariano Latorre Lyceum (foto di Felipe Díaz Contardo)

La città di Curanilahue, in Cile, è connotata da un tessuto urbano irregolare e disordinato che mostra la sua origine spontanea d’insediamento per le abitazioni di minatori, giunti qui con la prospettiva di lavoro che il territorio stesso garantiva.

Lo spazio pubblico realizzato nella città di Curanilahue (foto di Felipe Díaz Contardo)
Lo spazio pubblico realizzato nella città di Curanilahue (foto di Felipe Díaz Contardo)

Il forte terremoto del 2010, con ben 27°F di potenza, ha devastato numerose costruzioni e, in particolare, l’edificio dedicato alla famosa Chilean Youth Orchestra.

Vista d'insieme delle strutture (foto di Felipe Díaz Contardo)
Vista d’insieme delle strutture (foto di Felipe Díaz Contardo)

Senza più strutture a occupare il suolo, «questo sito si è mostrato al nostro sguardo come un terrazzo pubblico per la città e per il paesaggio circostante» spiegano gli architetti – José Macchi; Francisco Danus; Ernesto Jeame & Cristián Boza D.; Cristián Boza W.; Diego Labbé; Eduardo Ruiz-Risueño – che hanno collaborato per la definizione del nuovo progetto della scuola, il Mariano Latorre Lyceum.

Veduta aerea della nuova architettura a Curanilahue, Cile (foto di Felipe Díaz Contardo)
Veduta aerea della nuova architettura a Curanilahue, Cile (foto di Felipe Díaz Contardo)

La condizione del suolo, ormai libero, è stata quindi mantenuta: la nuova architettura è sollevata su pilastri e realizzata attraverso grandi strutture a ponte.

Gli interni del liceo con le particolari strutture lignee (foto di Felipe Díaz Contardo)
Gli interni del liceo con le particolari strutture lignee (foto di Felipe Díaz Contardo)

In questo modo, una vasta piazza con pendenze irregolari e dislivelli è stata configurata al piano terra.

Gli ambiti della scuola si affacciano verso lo spazio pubblico (foto di Felipe Díaz Contardo)
Gli ambiti della scuola si affacciano verso lo spazio pubblico (foto di Felipe Díaz Contardo)

Nella cittadina molto piovosa, questo sistema di passaggi coperti, mantiene un percorso riparato e, contemporaneamente, permette di sviluppare nuove funzioni sia pubbliche che private.

Vista frontale di uno degli edifici, che incornicia la città (foto di Felipe Díaz Contardo)
Vista frontale di uno degli edifici, che incornicia la città (foto di Felipe Díaz Contardo)

I volumi rivestiti in legno e l’andamento del loro profilo inferiore li rende meno invasivi rispetto al piano terra pubblico, mantenendone la figura compatta per ridurre anche i costi energetici degli interni.

. L'edificio ospita la Chilean Youth Orchestra (foto di Felipe Díaz Contardo)
. L’edificio ospita la Chilean Youth Orchestra (foto di Felipe Díaz Contardo)

Qui l’uso del legno strutturale caratterizza gli spazi, definiti dai sistemi di pilasti e travi con sezioni e intrecci originali.

Planimetria del livello urbano pubblico (foto di Macchi, Danus, Jeame & Boza, Boza, Labbé, Ruiz-Risueño)
Planimetria del livello urbano pubblico (foto di Macchi, Danus, Jeame & Boza, Boza, Labbé, Ruiz-Risueño)

Grandi vetrate lineari caratterizzano, invece, i prospetti aperti alla vista del paesaggio e all’intera comunità.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO