Il Nuovo Polo Scolastico di Villasimius

Il Nuovo Polo Scolastico di Villasimius (foto di Roberto Zedda)

Recentemente inaugurato, il Nuovo Polo Scolastico di Villasimius è un progetto del team composto dagli architetti Giovanni e Roberto Zedda, dallo studio Dolcini per le strutture, dagli ingegneri Paolo Soddu e Maurizio Boi per gli impianti e per la parte geologica dal dott. Mauro Pompei, risultato vincitore “in virtù di una proposta che ha pensato al complesso come a un laboratorio formativo integrato con le peculiarità del territorio, capace di assolvere alle scelte di sviluppo sostenibile indicate dall’amministrazione”.

Planimetria del complesso scolastico a Villasimius (foto di Giovanni e Roberto Zedda)

Inserito nel contesto, a vocazione turistica, della splendida area marina protetta, il complesso è situato in un sito dalla forte impronta funzionale e simbolica: si trova infatti in uno snodo di collegamento di tutti i Comuni limitrofi, soprattutto caratterizzato delle montagne che circondano il centro abitato e definiscono il confine naturale del territorio.

Vista aerea del complesso (foto di Roberto Zedda)

Si è cercato come assunto di utilizzare il più possibile i materiali locali, per esempio nelle pareti ventilate in biancone di Orosei, materiale litoide tipico della regione, ma anche di avvalersi di tecnologie sostenibili e attuali come il geotermico, il solare ed il fotovoltaico, atti a generare energia anche nei mesi estivi in cui la scuola sarà chiusa.

Particolare degli edifici riparati da brise soleil (foto di Roberto Zedda)

L’uso di elementi architettonici come brise soleil o la disposizione spaziale per ottenere un effetto camino, fanno anch’essi parete della strategia progettuale.

Vista degli spazi di connessione tra gli edifici del complesso (foto di Roberto Zedda)

In questo contesto sono stati realizzati i due corpi delle scuole elementari e medie, per un totale di circa 25 aule tra aule normali, aule speciali e laboratori, oltre ad un corpo centrale in cui sono collocati la direzione didattica, gli uffici, una biblioteca e una mensa attrezzata per 200 posti.

Vista notturna del polo scolastico illuminato (foto di Roberto Zedda)

Il complesso scolastico è composto attraverso diversi edifici interconnessi da due piazze e incorniciati dalla natura circostante: la macchia mediterranea tipica della zona è stata mantenuta, utilizzando nel progetto essenze quali cisti, mirti, corbezzoli, timi, così da porre l’accento sull’importanza dell’educazione alla salvaguardia del territorio e sulla memoria della propria terra, ed enfatizzare anche la valenza di luoghi, ambientalmente tra i più belli e ricchi della Sardegna sud-orientale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here