Il nuovo Yacht Club di Monaco di Foster

Vista dello Yacht Club di Monaco (foto di Carlo Borlenghi)

I festeggiamenti inaugurali si sono da poco svolti presso lo Yacht Club di Monaco alla presenza del Principe Alberto II e con la partecipazione di Norman Foster, che con il proprio studio Foster + Partner ha realizzato il progetto del nuovo edificio, ed i soci del club.

Lo Yacht Club nella notte sfavillante della città di Monaco (foto di Carlo Borlenghi)

Lo Yoct Club costituisce il fulcro del porto ristrutturato: le sue imponenti nuove strutture sociali e sportive preservano il patrimonio e le tradizioni dell’associazione, rafforzando anche la città di Monaco come principale centro internazionale per lo yachting.

Disegni di progetto (foto di Foster + Partner)

Progettata in risposta al clima locale, la nuova clubhouse stabilisce standard elevati per il design sostenibile: alimentato da energia rinnovabile, l’edificio è integrato da celle fotovoltaiche, pannelli solari termici e sistemi di raffrescamento ad acqua marina, approfittando delle risorse del sito, del sole ed del mare.

L’edificio illuminato nel porto di Monaco (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

L’architettura è un omaggio alla vela, le sue ampie terrazze-ponte aumentano la stratificazione del porto per offrire una vista impareggiabile verso il mare e le sue gare, così come verso la città, affacciandosi sul circuito di Formula 1 Grand Prix.

Norman Foster 

 

“L’edificio è un po’ come una città in microcosmo, con le scuole, i parchi, gli uffici, i ristoranti, una rete di “strade” interne per la circolazione e una gerarchia di spazi pubblici e privati, sociali e funzionali. Si tratta di una continuazione del tessuto urbano denso di Monaco, così come della tradizione dello Yacht Club, aspetto civico importante nella città”. Norman Foster

Vista delle terrazze aperte sulla piscina (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

Al club si accede da una corte vetrata che incornicia la vista sul porto: il primo piano, riservato per i membri Ycm, dispone di una sala club, un bar ristorante e la piscina. Al di sopra del cortile è situato uno spazio a doppia altezza per gli uffici direzionali ed una serie di “cabine” per gli ospiti in visita.

Panoramica del porto con il nuovo Yacht Club (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

I piani più alti accolgono una serie di spazi per eventi, mentre negozi e ambiti pubblici animano il livello del porto, rafforzando il ruolo del club come destinazione per l’intera comunità, storico club di canottaggio e sede della scuola di vela dello Ycm.

La “poppa” dell’architettura, configurata come un’imbarcazione (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

Le facciate sul porto, completamente vetrate possono essere aperte per fornire una vista ininterrotta, mentre le piattaforme di osservazione all’aria aperta e le terrazze sono ombreggiate da schermi in tessuto a scomparsa, sostenuti da alberi e boma per evocare l’immagine di una nave ormeggiata nel molo.

Vista dall’alto degli elementi interni di risalita (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

Il club yacht è costruito su terreni bonificati e si estende ad est del porto, inerente alle strutture della marina che possono ospitare una vasta gamma di imbarcazioni, comprese quelle a vela, disponendo anche di 26 posti barca per superyacht dai 25 ai 60 metri.

Particolare della struttura (foto di Nigel Young per Foster + Partners)

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here