Il padiglione austriaco di Expo 2015

Vista verso l’ingresso al padiglione
Vista verso l’ingresso al padiglione

Con il titolo “breathe.austria”, il padiglione tematizza una delle qualità essenziali del Paese: l’aria. Esso funge da contenitore per la realizzazione di un paesaggio vegetale; tramite un sistema di raffreddamento evaporativo, la sua forma circoscritta riproduce, infatti, la presenza e il microclima di un bosco alpino.

Planimetrie dei diversi livelli
Planimetrie dei diversi livelli

La percezione spaziale è creata soltanto dalla vegetazione che, con il fogliame, genera nei 560 metri quadrati della costruzione un’area di evaporazione pari a 43.200 metri quadrati. Il suolo è terreno per le radici e spazio per gli impianti tecnici, mentre uno specchio d’acqua fa da filtro e raccoglie l’acqua piovana. Nonostante la superficie limitata si crea così un ambiente capace di offrire al visitatore l’esperienza di una foresta composta da muschi, cespugli, alberi d’alto fusto e controllata da cicli d’acqua gestiti da sensori dell’umidità installati a varie dislocazioni e altezze.
[metaslider id=38639]
Spazio e allestimento confluiscono uno nell’altro, evidenziando la disponibilità e la percezione dell’aria come bene comune. L‘aria come “alimento” essenziale ed esperienza concreta: il padiglione austriaco trasmette questo concetto in forma non-verbale e in-formale, attraverso la percezione sensibile.03_austria2015

0100Klaus K. Loenhart
Klaus K. Loenhart ha studiato architettura presso l’Università di Scienze Applicate di Monaco di Baviera e Architettura del Paesaggio e Architettura Theory presso la Harvard Graduate School of Design a Cambridge, MA, Usa. Il suo interesse per un approccio interdisciplinare è stato innescato sia durante il lavoro con Herzog & de Meuron sia durante gli studi e l’insegnamento ad Harvard Gsd.

 

 

Scheda
Committente
Ministero federale austriaco della scienza ricerca ed economia, Camera federale dell’economia austriaca
Direzione del progetto
Rudolf Ruzicka
Progetto
terrain: landscape urbanism Bda – Klaus K. Loenhart, con Agency in biosphere, Hohensinn Architektur, TU Graz – Istituto per l’architettura e il paesaggio, Lendlabor
Concept espositivo
Maren Richter
Clima
Transsolar Energietechnik
Vegetazione
Bernhard Scharf
Strutture0101_ev
Engelsmann Peters Beratende Ingenieure

Se ti interessano altri articoli come questo, leggi anche

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here