Il Palazzo Castelli Visconti di Modrone a Milano

Il Palazzo Castelli Visconti di Modrone, Milano (foto di Secco Sistemi)
Il Palazzo Castelli Visconti di Modrone, Milano (foto di Mario Carrieri per Sercos)

Nel cuore di Milano, tra San Babila e il Palazzo di Giustizia, il Palazzo Castelli Visconti di Modrone è divenuto la nuova sede di Banca Profilo, a seguito dell’intervento di recupero firmato dallo Studio quattroassociati.  Costruito nel XVII secolo e bombardato nel corso della Seconda Guerra Mondiale, l’edificio è stato sostituito nel 1948 da un palazzo moderno impreziosito da elementi architettonici provenienti dal palazzo antico, come le balaustre dei due balconi sui fronti principali, la balconata che delimita il giardino e gli stemmi nobiliari.

Vista dell'accesso sulla terrazza (foto di Secco Sistemi)
Vista dell’accesso sulla terrazza (foto di Mario Carrieri per Sercos)

Il recupero ha voluto rispettare l’immagine architettonica del palazzo mantenendolo sostanzialmente invariato nella sua sagoma e nel rapporto con il giardino e la corte. Un intervento sostanziale è stato, però, eseguito al quinto piano dove le precedenti coperture a falda lasciano posto al nuovo volume con tetto giardino, il quale introduce una nota verde di contrasto con le facciate bianche in pietra dell’edificio.

Gli interni riqualificati di Palazzo Castelli (foto di Secco Sistemi)
Gli interni riqualificati di Palazzo Castelli (foto di Mario Carrieri per Sercos)

Grande cura è anche stata posta per ottenere alte prestazioni funzionali associate alla sostenibilità ambientale: l’obiettivo, garantito dalla certificazione energetica Leed Silver, è stato raggiunto grazie al rifacimento di tutti gli impianti e delle coibentazioni della costruzione.

Lo sbarco in copertura degli elementi di risalita (foto di Secco Sistemi)
Lo sbarco in copertura degli elementi di risalita (foto di Mario Carrieri per Sercos)

«Abbiamo voluto valorizzare le caratteristiche architettoniche e urbane dell’edificio mentre internamente abbiamo ridefinito i percorsi di distribuzione verticale e orizzontale e il lay-out operativo dei diversi livelli – spiega Stefano Parodi, socio dello studio quattroassociati».

Per la riqualificazione del Palazzo sono stati utilizzati i serramenti in acciaio Secco Sistemi (foto di Secco Sistemi)
Per la riqualificazione del Palazzo sono stati utilizzati i serramenti in acciaio Secco Sistemi (foto di Mario Carrieri per Sercos)

Un intervento riuscito anche grazie a un attento disegno dei 180 serramenti realizzati con i profili di Secco Sistemi in acciaio preverniciato color micaceo, grigio scuro, e dei vetri molto trasparenti che aumentano la percezione del volume edilizio storico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO