Il sorriso della cultura

Vista della nuova Biblioteca Nazionale della Corea (foto di Samoo Architects & Engineers)

Sarà completata entro la fine del 2013 la nuova Biblioteca Nazionale della Corea che, firmata dallo studio Samoo Architects & Engineers, sarà un landmark di riferimento, appositamente studiato per la Città Amministrativa multifunzionale della Corea, conosciuta anche come Sejong City.

Vista frontale dell’edificio e la piazza (foto di Samoo Architects & Engineers)

Progettato sulla base dell’immagine delle pagine di un libro che, sfogliate, vengono leggermente curvate, l’edificio sembra sorridere al visitatore. Esso si compone di una geometria lineare ed essenziale, poggiata al suolo con delicatezza nonostante l’imponente mole volumetrica, individuabile a distanza per il profilo inconfondibile e simbolico.

Vista dell’ingresso principale (foto di Samoo Architects & Engineers)

La nuova biblioteca per Sejong City è concepita sulla base dell’idea di forma e spazio emotivi, capaci di costruire un’esperienza emotiva, aspetto essenziale e complementare alla funzione di archivio digitale che definirà l’edificio.

Particolare della facciata (foto di Samoo Architects & Engineers)

La costruzione non vuole essere solo una biblioteca orientata alla ricerca, ma pure, uno spazio di riferimento, aperto e accogliente  per gli abitanti.

Vista degli spazi esterni in copertura (foto di Samoo Architects & Engineers)

L’entrata principale disposta in un semplice prisma trasparente, si affaccia sul parco centrale e sugli accessi pedonali principali. Lo spazio pubblico ad ovest, forma una piazza aperta al pubblico e ugualmente in connessione con le attrezzature culturali.

Lo spazio pubblico interno a ovest (foto di Samoo Architects & Engineers)

Il parco acquatico ad est insieme al parco di quartiere definiscono l’area attorno all’edificio come una zona pubblica e caratterizzata dalla circolazione lenta capace di moltiplicare l’esperienza emotiva dell biblioteca.

di Marisa Carelli

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO