Il tetto galleggiante di Sanaa

Il progetto proposto da Sanaa è un corpo vetrato che si snoda in un percorso curvilineo

Grace Farms, un’organizzazione no-profit, ha presentato a New Canaan, Connecticut, il progetto di Sanaa per una struttura a padiglione che, se ottenesse l’approvazione cittadina, sarebbe il primo progetto negli Usa dello studio giapponese dopo la vincita del Pritzker Prize nel 2010.

L’edificio sarà situato su una striscia di 75 acri che la Fondazione intende preservare come spazio per la comunità permanente all’interno di un paesaggio progettato dallo studio Olin di Philadelphia.

Immerso nel variegato scenario delle Grace Farms, tra prati, boschi, paludi e laghi, il disegno di Sanaa parte da una collinetta per scorrere e snodarsi lungo il pendio in una serie di curve che disegnano piccoli stagni lungo il percorso.

La struttura, che sarà realizzata in vetro, cemento, acciaio e legno, consiste essenzialmente in un unico tetto che sembra galleggiare 3 metri e mezzo sopra la superficie, rispecchiando i colpi di scena e le trasformazioni naturali del paesaggio lungo la strada. Sotto questa copertura, un volume di vetro avvolge cortili e marciapiedi.

Kazuyo Sejima di Sanaa

Parlando del progetto, Kazuyo Sejima ha detto: “Il nostro obiettivo è quello di rendere l’architettura parte del paesaggio senza attirare l’attenzione su di sé, e senza presentarsi come un edificio. Speriamo che coloro che visiteranno la proprietà potranno meglio godere del bellissimo paesaggio e dell’alternarsi delle stagioni attraverso lo spazio e l’esperienza creata dal fiume. ”

 

Il fiume si snoda attraverso poco più di un acro all’interno della proprietà ed il costo stimato è pari ai 50-60 dollari al metro. La Planning and Zooning Commission di New Canaan dovrebbe pronunciarsi in merito al progetto entro la fine del 2012.

camar

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here