In costruzione il Chaoyang Park Plaza di Mad

Visualizzazione del nuovo skyline di Pechino con il progetto per il Chaoyang Park Plaza (foto di Mad)

Ha preso avvio la costruzione del Chaoyang Park Plaza, recente realizzazione progettuale di Mad architects relativa al concetto di “Shanshui City”: il progetto spinge al limite il processo d’urbanizzazione nella città moderna e cosmopolita di Pechino, creando un dialogo tra ambiente artificiale e paesaggi naturali.

. Rappresentazione artistica del paesaggio clessico cinese (foto di Mad)

Il Chaoyang Park Plaza è situato nel quartiere centrale degli affari di Pechino, e si compone di oltre 120mila metri quadrati di spazi commerciali, direzionali ed adibiti ad edifici residenziali.

Il quartiere centrale degli affari di Pechino (foto di Mad)

Il sito è situato sul bordo meridionale del Chaoyang Park, uno dei più grandi parchi pubblici di Pechino: la vicinanza delle alte torri edificate al parco urbano creerà non solo una vista mozzafiato sulla città, ma avrà anche un  forte impatto nello skyline di Pechino.

Viste del complesso Chaoyang Park Plaza (foto di Mad)

Trasformando le caratteristiche della pittura cinese, presenti nel paesaggio classico di laghi, sorgenti, boschi, pietre, torrenti e valli, in moderni “paesaggi urbani”, il progetto determina un equilibrio tra l’alta densità delle costruzioni e il paesaggio naturale.

Inquadramento urbano del progetto e particolare delle torri dall’alto (foto di Mad)

Le forme degli edifici riecheggiano ciò che si trova nel paesaggio naturale riintroducendo la natura nella dimensione urbana: una coppia di torri asimmetriche formano un orizzonte espressivo di creste e valli che definiscono la forma della facciata vetrata esterna.

Visualizzazione del complesso nell’area adibita ad uffici e residenze (foto di Mad)

Le torri sono disegnate come se le forze naturali di erosione avessero scolpito gli edifici in poche pieghe sottili, che scorrono lungo la facciata in linee verticali che ne sottolineano la dimensione.

Viste delle torri commerciali (foto di Mad)

Le creste in facciata permettono anche la definizione del sistema di ventilazione e filtrazione dell’aria, permettendo a una brezza naturale di raggiungere l’interno e creando una modalità efficiente di produzione d’energia.

Gli interni delle torri (foto di Mad)

Elementi del paesaggio vengono integrati negli interni delle torri per aumentare la sensibilità verso la natura nel contesto urbano: le due torri sono collegate da un atrio in cui è presente un cortile alto fino a 17 metri.

Vista dalle torri sugli edifici direzionali e residenziali; particolare della struttura degli edifici (foto di Mad)

Il cortile, insieme ai suoni dell’acqua che scorre, rendono la hall simile alla scena naturale della valle di una montagna, mentre in cima agli edifici, terrazze multi-piano dalle forme curve compongono i giardini pubblici da dove è possibile ammirare l’intera città.

Situati a sud delle torri, quattro edifici per uffici sono posati nel paesaggio come pietre di fiume e, similmente ad esse, appaiono erosi per un lungo periodo: mdorbidi e arrotondati, ciascuno di essi presenta proprie caratteristiche e risulta delicatamente disposto a consentire l’accesso ad ogni altro spazio, pur formando un tutto organico.

Modello del progetto (foto di Mad)

I due edifici residenziali a più livelli sono situati non lontano nella zona sud-ovest del complesso e continuano il concetto di ‘courtyard’ fornendo a tutti gli abitanti la libertà di vagare nel paesaggio simile a quello delle montagne.

Particolare del sistema di facciata (foto di Mad)

Al progetto è stato assegnato il “Leadership in Energy and Environmental Design (LEED)” certificato d’oro del US Green Building Council.

Sezioni longitudinale e trasversale delle torri (foto di Mad)

L’uso della luce naturale, la configurazione di edifici intelligenti, e il sistema di purificazione dell’aria rendono questo progetto distintivo rispetto agli altri in costruzione oggi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here