In forse il futuro del Peace Centre di Libeskind

Immagine di Daniel Libeskind

Dopo aver ottenuto un primo via libera all’inizio di quest’anno, il progetto Maze Peace Centre in Irlanda del Nord, progettato da Daniel Libeskind in collaborazione con McAdam Architects, ha perso il sostegno del primo ministro Peter Robinson.

Il nuovo centro dovrebbe sorgere dove, tra il 1971 ed il 2000, venivano ospitati i prigionieri paramilitari coinvolti nei disordini in Irlanda e dove, nel 1981, dieci detenuti morirono durante lo sciopero della fame.

Scopo della Maze / Long Kesh Development Corporation, costituita per supervisionare lo sviluppo del sito, è quello di dimostrare come lo sviluppo economico possa contribuire alla pace.

Tuttavia il progetto è stato oggetto di polemica: in seguito alla richiesta di Libeskind di conoscere le storie di coloro che sono stati coinvolti negli scioperi per includerle nella progettazione, alcuni famigliari delle vittime dell’Ira si sono detti preoccupati che il centro diventasse un “santuario del terrorismo”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO