In Normandia vince “La Grande Mosaique” di Mvrdv

L’urban plan di Caen Presqu’ile

Lo studio di architettura Mvrdv è stato scelto, tra tre competitors, da Spla, l’agenzia di sviluppo pubblica responsabile della trasformazione della penisola di Caen, per la trasformazione dell’area ex-industriale del porto. Nel progetto, Mvrdv immagina la futura Caen Presqu’ile come un cordone di giardini che circonda l’area urbana collegata al mare.

Mvrdv ha esteso il campo di applicazione, ampliando l’area di trasformazione al di là dei confini geografici della penisola. “La Grande Mosaique” (così lo studio ha battezzato il progetto) è fortemente basata sul rispetto delle strutture esistenti. Un gran numero di piccoli, ma ben coordinati interventi, convergono in un gigantesco mosaico che introduce nuove qualità su larga scala urbana.

Nella visione progettuale di Mvrdv le ex fabbriche diventano giardini

Il progetto propone la trasformazione delle ex fabbriche  presenti nell’area in un insieme di giardini, la predisposizione di un piano di mobilità in gran parte basato sul traffico “soft”’, la realizzazione di una serie di nuovi ponti pedonali, e una nuova ricostruzione del centro della città (ricostruito in fretta dopo la seconda guerra mondiale) con conseguente miglioramento del collegamento con il mare.

Ponte pedonale sospeso sotto il ponte esistente

Per la realizzazione del piano sarà necessario più di un decennio, ma già è stata avviata una serie di progetti per la Presqu’ile, come ad esempio la nuova Biblioteca multimediale (di Oma) e della sede dell’Alta corte regionale (di BE Hauvette e Pierre Champenois).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here