Innovazioni e soluzioni costruttive utilizzate nella Fabbrica di San Pietro in Vaticano

22214È prevista per il 18 dicembre, presso la sede di Ance nazionale a Roma, la presentazione del volume, edizioni Il Formichiere, “Castelli e Ponti – l’opera di mastro Nicola Zabaglia nell’edizione del 1824”.
Il volume, arricchito da una presentazione del cardinale Angelo Comastri, racconta l’opera di Nicola Zabaglia attraverso le innovazioni e le soluzioni costruttive utilizzate nella Fabbrica di San Pietro in Vaticano, che ha sostenuto la ristampa curata da Formedil.
Interverranno tra gli altri, Paolo Buzzetti, presidente Ance nazionale, Massimo Calzoni, presidente Formedil e Enzo Pelle, vicepresidente Formedil.
«L’opera di Nicola Zabaglia  – come cita nell’introduzione Nicoletta Marconi, storica dell’architettura – ha assunto i toni dell’epopea di un genio dalle innate e miracolose virtù. In realtà, una piena e corretta comprensione del suo operato è possibile solo attraverso l’analisi del contesto in cui si svolge la sua attività: la Fabbrica di San Pietro in Vaticano. Chi è dunque realmente Nicola Zabaglia? Chi ha avuto interesse a divulgare l’opera di un umile mastro “pontarolo”, che mai fu capomastro o soprastante e né tantomeno architetto o ingegnere? E perché il volume ha avuto così tanta fortuna?»

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO