Italia en Mèxico 2013

Lunedì 11 marzo inaugura a Città del Messico “Italia en Mèxico 2013”, la mostra dedicata all’architettura contemporanea italiana nata da un’idea di Amedeo Schiattarella, curata da Livio Sacchi con il coordinamento di Thea Pancotto e la collaborazione del presidente del Cam-Sam Fernando Mendez Bernal e del Segretario Generale Luis Enrique Lopez Cardiel.

L’esposizione comprende le più significative architetture italiane dell’ultimo decennio selezionate dal comitato scientifico dell’Ordine Architetti di Roma e rappresentate mediante fotografie, disegni, maquettes e brevi testi.

Tra i 35 studi selezionati Paolo Portoghesi, Piero Sartogo, Tommaso Valle, Aldo Aymonino, Massimiliano Fuksas, Luca Zevi, Paolo Desideri, Alfredo Amati, Francesco Garofalo, Franco Purini, con progetti che partono dalla scala della scultura, sia pure inserita in uno spazio pubblico urbano, fino a quella del quartiere, dalla sperimentazione al tradizionalismo.

Questa mostra è il primo atto di una collaborazione che punta a incrementare le relazioni professionali e culturali tra le due nazioni, a moltiplicare le occasioni di confronto per gli architetti con  le diverse  realtà di lavoro e soprattutto a costruire una solida rete di contatti tra architetti e pubblico.

Contestualmente verrà presentato il progetto Una Targa al Mese, un’iniziativa comune dell’Ordine Architetti di Roma e di Città del Messico realizzata in collaborazione con Promoroma-Camera di Commercio di Roma e volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della qualità architettonica mediante la posa di targhe in acciaio nei pressi di opere di architettura moderna di particolare pregio nella città capitolina. In programma anche visite guidate agli edifici individuati, condotte da cultori della materia.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here