Jouin Manku per il Bayerischer Hof Hotel

Planimetria dell’intervento sugli interni dello studio Jouin Manku nel Bayerischer Hof Hotel (foto di Jouin Manku)

Il Bayerischer Hof a Monaco di Baviera è molto più che un semplice hotel: il palazzo, gestito dalla famiglia Volkhardt per oltre 100 anni è una struttura che ospita 340 camere, di cui 60 suite, un cinema, cinque ristoranti, una terrazza panoramica, una spa e una piscina.

Nel Dachgarten, il legno di noce americano riveste la parete in cui si aprono tre nicchie (foto di Jouin Manku)

Lo studio Jouin Manku è stato incaricato della progettazione di alcuni interni del Bayerischer Hof Hotel, e  in particolare: il Roof Garden e Lounge, oltre a al Bird’s Nest, situato sulla terrazza in copertura.

Il rivestimento della sala prosegue anche su parte del soffitto e apre la vista verso l’esterno (foto di Jouin Manku)

I tre spazi di ristoro sono aree affollate, utilizzate per numerosi eventi: il Roof Garden o Dachgarten, ad esempio, viene utilizzato come sala colazioni dell’hotel ma nel pomeriggio e sera ospita ricevimenti privati e professionali.

L’area buffet con elementi a consolle rivestiti in rame e pavimantazione in pietra (foto di Jouin Manku)

Elemento di connessione di tutti gli spazi è una grande terrazza, che attornia ed unifica il progetto, offrendo una magnifica vista sulla città. Il design degli interni, quindi, risponde alle numerose configurazioni possibili, pur presentandosi con una propria identità all’interno dell’hotel.

Parte della sala che si connette alla Blue Spa disegnata da Andrée Putman (foto di Jouin Manku)

Situata al sesto piano, la sala principale si affaccia sulla la cattedrale Frauenkirche, beneficiando inoltre di un’immensa vista sulla città e verso le montagne bavaresi: il design del progetto trae ispirazione proprio dalla visione della città circondata dai boschi.

Nella sala sono inserite “alcove” illuminate da luci integrate alla parete (foto di Jouin Manku)

Connesso visivamente all’esterno, il paesaggio interno è stato realizzato come un elemento naturale e fantastico che riprende il tema della scultura di pietra e i toni del bianco luminoso della neve, oltre ai verdi e marroni di un bosco.

Il salone è composto attorno al grande camino ellittico (foto di Jouin Manku)

La propensione allo stile barocco, l’accento decorativo che caratterizza la città di Monaco di Baviera, ha costituito una seconda fonte d’ispirazione per i designer che hanno attribuito agli interni dettagli accurati e forme avvolgenti.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here