K19B di LPZR a Milano

L’edificio residenziale K19B è stato realizzato in una zona storica di Milano ricca di cortili e case di ringhiera (foto LPzR)
L’edificio residenziale K19B è stato realizzato in una zona storica di Milano ricca di cortili e case di ringhiera (foto LPzR)

L’edificio residenziale K19B è stato realizzato dallo studio LPzR in una zona storica di Milano ricca di cortili e case di ringhiera, da cui si differenzia ed emerge grazie a un disegno quasi monolitico dato dal predominante utilizzo della pietra piasentina. L’intervento nasce dall’accostamento di un volume voltato a botte ristrutturato, un tempo utilizzato come garage, e un edificio di sette piani di nuova costruzione che sostituisce un’officina ormai dismessa. Si tratta di un continuum di superfici che diventano ora tetto, ora parete, ravvivate da grandi rettangoli bianchi che interagiscono con i vuoti generati dalle finestre.

Un continuum di superfici che diventano ora tetto, ora parete, ravvivate da grandi rettangoli bianchi che interagiscono con i vuoti generati dalle finestre (foto LPzR)
Un continuum di superfici che diventano ora tetto, ora parete, ravvivate da grandi rettangoli bianchi che interagiscono con i vuoti generati dalle finestre (foto LPzR)

Sui poliedri che compongono la sagoma si è operato un processo di addizione e sottrazione di volumi, evidenziato per cromatismi contrastanti: il fusto, grigio neutro, in corrispondenza delle sottrazioni diventa di legno vivo, mentre le addizioni, logge che si volumetrizzano in grandi cubi fuori scala, accentuano il loro virtuosismo strutturale grazie a un impalpabile colore bianco. L’essenza dell’edificio consiste in una composizione astratta di geometrie lineari, regolate da schemi geometrici modulari ma non regolari: l’armonia dell’insieme non si può descrivere per concetti semplici quali simmetria e ordine.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here