Kengo Kuma e il Darius Milhaud Conservatory of Music di Aix en Provence

[metaslider id=34538]

Fondato nel 1849, il Conservatorio di Aix en Provence è un istituto pubblico specializzato nell’insegnamento della danza e della musica, fra i più antichi di Francia. L’attività didattica comprende la formazione degli artisti e l’insegnamento della cultura musicale in sei discipline: strumenti a corda e a tastiera, strumenti a fiato e voce, percussioni, musica antica, tradizionale e jazz, musica elettro-acustica.

Il disegno irregolare del rivestimento e delle aperture sulle facciate evoca una i segni grafici di una partitura musicale (foto di Roland Halbe)
Il disegno irregolare del rivestimento e delle aperture sulle facciate evoca una i segni grafici di una partitura musicale (foto di Roland Halbe)

Vincitore del relativo concorso, il progetto, di Kengo Kuma and Associates, comprende il conservatorio per 1.300 studenti, una sala concerti con 500 posti a sedere e varie altre strutture, che occupano una superficie totale 1.796 metri quadrati. Le sue due ali definiscono i fronti del piccolo lotto edificabile e ospitano 62 aule didattiche, con 15 spazi individuali per le prove musicali, 5 ambienti per le prove in gruppo, 2 sale riservate alle arti drammatiche e 4 sale per lo studio della danza. In elevazione il conservatorio si distacca nettamente rispetto al tessuto edificato circostante, anche per effetto del particolare uso dell’alluminio come un unico materiale per le facciate. Le sottili lastre sono infatti piegate in modo differente, creando un gioco di superfici in luce e in ombra ispirato sia alla concezione pittorica di Cézanne, sia all’arte giapponese dell’Origami.

I volumi e le facciate sono risultato di una libera interpretazione dell'arte giapponese dell'Origami
I volumi e le facciate sono risultato di una libera interpretazione dell’arte giapponese dell’Origami

Rispondendo al duplice obiettivo di proteggere le aperture dalla luce solare e di controllare le vedute fra interno ed esterno, la geometria dei pannelli di rivestimento evoca una partitura musicale. Lo stesso principio è applicato anche all’interno dell’auditorium, la cui struttura asimmetrica si ispira alla libertà compositiva di Darius Milhaud, compositore locale al quale è intitolato il conservatori

Kengo Kuma 

Kengo Kuma (foto The Courier)
Kengo Kuma (foto The Courier)

Nato a Yokohama, Kengo Kuma ha completato nel 1979 il Master, Dipartimento di Architettura, Graduate School of Engineering presso l’Università di Tokyo. Nel 1987 ha fondato Spatial Design Studio; Nel 1990, ha fondato Kengo Kuma & Associates, seguita dallo studio parigino Kuma & Associates Europe. Era un professore alla Columbia University, Keio University, la University of Illinois a Urbana-Champaign, e dal 2009, presso l’Università di Tokyo. Ha pubblicato numerose opere letterarie ed è stato premiato più volte, tra cui il recente 2014 JIA Premio per l’Architettura Ambientale (assegnato a Kengo Kuma and Associates).

Scheda
Client                                               
Aix en Provence City Council
Architect
Kengo Kuma and Associates
Consultants
Cer3i, Etb antonelli, JC Campion, Peutz and associates, Changement a vue, Penicaud, Vulcaneo, TECC

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO