La casa per un regista di Liverani/Molteni Architetti

La casa per un regista a Casatenovo di Liverani/Molteni Architetti (foto di Liverani/Molteni Architetti)

La particolare casa per un regista realizzata a Casatenovo, nel nord di Milano, è frutto della richiesta di uno spazio destinato ad abitazione secondaria, la casa di campagna per un regista e sua sorella, costruita all’interno di un paesaggio dominato dalla natura.

Vista dell’esterno (foto di Liverani/Molteni Architetti)

Il progetto, realizzato nel 2011, è stato scelto recentemente come uno dei quindici finalisti del premio “BigMat ’13 International Architecture Award organizzato dal Gruppo BigMat International.

Vista aerea, particolare della piscina (foto di Liverani/Molteni Architetti)

La richiesta dei proprietari prevedeva l’ideazione di uno spazio che potesse essere utilizzato, in periodi diversi, sia dal regista che avrebbe voluto ospitare gli amici, che dalla famiglia della sorella con i suoi tre bambini.

L’esterno si sviluppa tra gli alberi (foto di Liverani/Molteni Architetti)

Per questa necessità di contenere ambienti separati e due stili di vita sostanzialmente opposti, l’edificio è stato pensato proprio come lo sviluppo funzionale dello spazio abitato disposto tra le alberature del giardino.

Gli interni, area soggiorno (foto di Liverani/Molteni Architetti)

La presenza, importante, di alberi ad alto fusto come cedri, pini, betulle e magnolie ha suggerito la necessità del loro mantenimento attraverso la composizione dello spazio secondo una pianta quadripartita, i cui volumi si uniscono nell’ambiente centrale d’uso comune.

Le grandi aperture sul giardino dello spazio comune (foto di Liverani/Molteni Architetti)

La casa risulta essere un volume articolato a forma di stella, composto di elementi lineari in cui sono presenti due tipi principali di aperture: le grandi vetrate a filo facciata dello spazio comune, e i loggiati di protezione per le camere, la cucine e l’ingresso.

Particolare della dinamica dello spazio interno (foto di Liverani/Molteni Architetti)

La copertura si divide in due falde leggermente inclinate che modellano i prospetti in forme asimmetriche. Semplicemente protetta da una membrana di resina bianca che impermeabilizza e riveste la struttura in cemento, la casa non prevede gli elementi delle gronde e i pluviali, restituendo un’immagine pulita ed essenziale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here