La piramide di Ramos

Secondo la visione di Juan Carlos Ramon, la Pyramid House dovrebbe essere realizzata in un ambiente rurale (foto di Juan Carlos Ramon)

Dalle piramidi egizie in poi, molti architetti (e non) si sono cimentati in studi di fattibilità e ipotesi di progetto di manufatti a forma piramidale.

Le Piramidi d’Egitto, la Dubai Great Pyramid e la Pyramid House in Florida (della PH americana la foto è di B. David Cathell)

Non solo mausolei e grandi lucernai, ma anche complessi multipiano a uso misto (come la Dubai Grand Pyramid) e ville monofamiliari come ad esempio l’americana  Pyramid House realizzata in Florida.

Il progetto della Pyramid House prevede anche un parcheggio coperto (foto di Juan Carlos Ramon)

L’ultima proposta è di Juan Carlos Ramos che ha messo a punto il  progetto della sua Pyramid House per partecipare ad un recente  concorso di architettura.

Tre lati dell’edificio sono dotati di finestre a nastro, di altezza diversa, che interrompono la presenza massiva dell’edificio (foto di Juan Carlos Ramon)

L’architetto messicano, specializzato in “architectural visualization” ha proposto un edificio residenziale monofamiliare, immaginato per essere realizzato su tre livelli, in cemento e vetro, in un’area rurale.

La quarta è una facciata vetrata che consente la relazione diretta con l’ambiente circostante (foto di Juan Carlos Ramon)

Tre delle quattro facce della piramide sono tagliate in punti strategici per l’apertura di finestre e aggetti, mentre la quarta è una parete completamente vetrata che guarda l’aperta campagna.

Piante “funzionali” dei tre livelli (foto di Juan Carlos Ramon)

L’unità abitativa è divisa in quattro sezioni principali, che contraddistinguono le funzionalità degli ambienti domestici, collegati tra loro attraverso una scala mobile.

Sezioni “funzionali” (foto di Juan Carlos Ramon)

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here