La Città che Cambia

(foto di Ordine Architetti PPC Ferrara)
(foto di Ordine Architetti PPC Ferrara)

Il tema della riqualificazione di aree produttive dismesse nella zona industriale di Ferrara, è il centro dell’importante ricerca progettuale che sarà esposta nella mostra La Città che Cambia, aperta al pubblico dal 28 luglio al 5 settembre presso il Salone d’Onore del Municipio 2 di Ferrara. Caratterizzate da forti contrasti socioeconomici e diversi interessi pubblici e privati, le aree dismesse si presentano come un contesto di grande complessità che rende quanto mai importante costruire momenti di informazione e approfondimento, così come percorsi partecipativi e di dialogo, capaci di stabilire un reciproco scambio tra i numerosi attori del processo, generando il necessario senso d’appartenenza alla città. Incentrato sullo studio di soluzioni progettuali che seguono questa direzione, il lavoro svolto dagli studenti del Laboratorio di Urbanistica del Dipartimento di Architettura di Ferrara, è un’ottima occasione di riflessione, aperta ai cittadini, sui possibili scenari di riqualificazione urbana che l’amministrazione intende recepire in virtù del Protocollo d’Intesa tra Comune e Dipartimento di Architettura. Tra le numerose soluzioni prodotte nel corso dell’ultimo anno accademico, e nell’ambito del Laboratorio di Urbanistica del Dipartimento di Architettura, sono stati selezionati i progetti che meglio raccontano la ricchezza delle idee emerse: queste infatti, al di là dei risultati tecnici conseguiti, costituiscono un interessante contributo al processo d’immaginazione collettiva che si deve generare intorno a trasformazioni urbane così importanti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here