La pensilina specchiante del Neukauf Villach di Behf

Grazie alla forma e al trattamento della superificie, la pensilina conferisce un effetto dinamico al complesso architettonico (foto di Behf/Bruno Klomfar)

Il centro commerciale Neukauf Villach, progettato da Behf e costruito nel 2012 all’entrata della piccola cittadina austriaca, è diventato uno dei suoi poli di attrazione.

La superficie dei pannelli crea un frazionamento dei riflessi e un effetto ottico che ricorda i miraggi o il leggero movimiento di uno specchio d’acqua (foto di Behf/Bruno Klomfar)

Concepito come una sorta di riproduzione di una strada commerciale, ospita una ventina di negozi disposti lungo un percorso esterno.

Pianta piano terra del centro commerciale (foto di Behf)

Il percorso coperto segue l’andamento sinuoso del fronte principale, con un parcheggio per 485 posti auto prospiciente l’edificio e uno studio funzionale dei flussi di visitatori e carico e scarico merci.

I 16mila metri quadri di área commerciale si aprono direttamente su una zona all’aperto a disposizione del passeggio, della sosta e dell’offerta gastronomica (foto di Behf/Bruno Klomfar)

Ai negozi si accede da un zona pedonale esterna che ospita anche aree di sosta e i tavolini dei bar ristoranti; all’aperto ma riparata da una pensilina di 5mila metri quadri, una superficie in acciaio sorretta da una complessa struttura metallica, che segna indiscutibilmente la peculiarità del complesso.

Alla base delle colonne metalliche sono stati piantati rampicanti allo scopo di dinamizzare ulteriormente la vista “dal di sotto” (foto di Behf/Bruno Klomfar)

La copertura è contraddistinta dal materiale scelto per rivestire il suo intradosso: si tratta di fogli di accicio inox brillante oportunamente trattati per creare un effetto organico della superificie, specchiante ma non uniforme.

I fogli di acciaio inox battuto creano una superficie irregolare che frammenta le immagini sottostanti (foto di Behf/Bruno Klomfar)

Il gioco di riflessi ed effetti visivi che vengono a crearsi con il passaggio delle persone, ma anche grazie alla presenza di accorgimenti studiati ad hoc come la piantumazione di verde rampicante alla base delle colonne portanti, fa di questa superficie un ulteriore fronte che ha nella vista dal di sotto il proprio punto di forza estetico.

di Francesca Comotti

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here